Tutti gli articoli di Cristina

Valtellina: “La Valtellina torni svizzera”

tre leghe-2

La richiesta non parte dai valtellinesi, ma da due giovani grigionesi: al governo svizzero un’interpellanza che chiede l’annessione della provincia di Sondrio

“La Valtellina torni svizzera”
„A 220 anni dalla perdita della Valtellina da parte dei Grigioni si torna a parlare – e questa volta non nei discorsi da bar ma lo si fa a Berna, all’interno del Consiglio federale – di un’annessione della Valtellina e della Valchiavenna alla Svizzera.“

Fonte: sondriotoday.it

Valmalenco: mille anni e non sentirli

alta-valmalenco-mille-anni-e-non-sentirli-pronto-il-sentiero-verso-il-laric_e95bbf58-4187-11e7-905e-fff3a3552816_998_397_big_story_detail

Era un giovanotto all’epoca della Prima Crociata nel 1096 e, quando nel 1492 Cristoforo Colombo si imbarcò per la sua avventura americana, era un’arzillo vegliardo. Ma è ancora vivo. In discreta salute è a tutt’oggi, il larice più vecchio, con età certa, presente in Italia.

Un “tesoro” custodito nell’Alta Valmalenco, di cui ieri è stato presentato il sentiero che sale in Val Ventina, illustrato in un opuscolo scritto a più mani, dalla Comunità montana di Sondrio, il Cai della Valmalenco, il dipartimento Territorio e sistemi agro-forestali dell’Università di Padova, il Consorzio turistico Sondrio Valmalenco, con il distretto del Commercio malenco.

Fonte: .laprovinciadisondrio.it

Lanzada: Giochi studenteschi, emozioni in parete

giochi-studenteschi-emozioni-in-parete-a-lanzada_df9027a2-3a5c-11e7-be9c-cb98f6ef45f1_998_397_display

Con l´ultima prova andata in scena in Valmalenco si è chiusa la lunga serie di appuntamenti con le scuole protagoniste iniziata a febbraio. Grande partecipazione e spettacolo sulla parete del Centro sportivo Pradasc, dove le scuole della nostra provincia si sono sfidate nelle tre categorie previste: Cadetti, Allievi e Juniores. Ne è emersa una giornata all’insegna dello sport e non sono mancati i risultati di livello. Sempre in ambito dei giochi studenteschi un’importante affermazione è stata colta dalle Allieve del liceo Donegani di Sondrio nell’ambito della competizione regionale di rugby andata in scena in Brianza.

Fonte: mister-x.it

Cosio Valtellino Sondrio: Staffetta di primavera tutta al femminile

CroppedImage720439-IMG-8692

A Pasquetta i runner della provincia di Sondrio si sono trovati per la Staffetta di Primavera organizzata da ormai 31 edizioni dal G.S. Valgerola Ciapparelli. All’evento hanno partecipato in 450 atleti . Un percorso veloce nel centro di Regoledo, frazione del comune di Cosio Valtellino, il pubblico di casa che non manca mai e l’avvincente formula a staffetta sono gli ingredienti fondamentali di questo appuntamento che ogni anno non è solo agonismo, ma è soprattutto voglia di ritrovarsi insieme per condividere un bel pomeriggio di sport.

Fonte: valtellinanews.it

Lanzada: i Campionati italiani giovanili di corsa in montagna

download

Nell’anno in cui compie quarant’anni, esattamente dodici mesi dopo aver organizzato per la prima volta un campionato nazionale di corsa in montagna, la Sportiva Lanzada raddoppia, in questo 2017, con il Campionato italiano a staffetta allievi e il Trofeo nazionale per società a staffetta riservato alla categoria cadetti.
L’ottima prova fornita nel 2016 e i positivi riscontri ottenuti in termini di partecipazione degli atleti e del pubblico ha convinto la Fidal ad assegnare le due importanti prove giovanili alla società lanzadese. I migliori atleti della corsa in montagna delle due categorie, provenienti da tutta Italia, si sfideranno lungo lo stesso percorso dello scorso anno che aveva dato vita a gare spettacolari.

Fonte: intornotirano.it

Valmalenco. l’albero più vecchio d’Italia

Larice-millenario-della-Valmalenco-e1493880270515

In Valmalenco alcuni anni fa è stato scoperto un tesoro della natura: un gruppo di larici e cembri in Val Ventina con oltre 500 anni di vita alle spalle, capitanati da un larice millenario. Quest’ultimo, ancora vivo e in buona salute, rappresenta a tutt’oggi l’albero più vecchio in Italia, con età certa, e tra i più vecchi in Europa. Un albero speciale quindi, sopravvissuto per oltre un millennio alle severe condizioni dell’alta quota, con tanto da raccontare. Da qualche anno infatti alcuni ricercatori universitari stanno studiando l’area interessata per conoscere, ridefinire e trascriverne la storia, risalendo innanzi tutto all’età esatta del larice, che secondo gli studiosi è in vita dal 1007, ma anche realizzando un opuscolo informativo in distribuzione presso gli uffici del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco o visibile sul sito. Ma la vera bellezza sta nella visita dal vivo. Per raggiungere il larice millenario sono sufficienti 30 minuti dai rifugi Gerli e Ventina. Una facile escursione lungo un percorso panoramico: un luogo, selvaggio e solitario, che invita a riflettere sulla natura delle cose, sulla vita e il tempo che corre.

Fonte: ilmetropolitano.it