Archivi categoria: Spettacoli

Valmalenco: Estate 2018 magnifiche emozioni

Eventi-estate-2018-in-Valmalenco-640x488

Sport, tradizioni folkloristiche, gastronomia, cultura e tanto altro nel ricco calendario di eventi che la Valmalenco propone per l’estate 2018.

L’elenco delle attività e delle manifestazioni presentate è giornaliero, ma il libretto contiene anche preziose e numerose informazioni riguardanti mostre, numeri utili, visite alle miniere, apertura del museo mineralogico, aree tematiche di interesse storico-naturalistico, orari della piscina e tutte le informazioni sulle numerose attrattive della valle incastonata tra le Alpi Orobiche e Retiche, tra cui svetta, con i suoi 4.050 metri, il pizzo Bernina. Fonte: www.sondrioevalmalenco.it

Caspoggio: 3 days 2018

caspoggio-3-days-2018

Dopo il successo dello scorso anno torna Caspoggio 3days: l’evento che apre la stagione estiva della Valmalenco. 3 giorni densi di appuntamenti, attività, gusto… Una vetrina per tutto il meglio che la Valle offre. 3days, 3 come i giorni e 3 come le tematiche a cui si ispira l’evento: Sport, Cultura ed Enogastronomia. Appuntamento dal 22 al 24 giugno!
Spettacoli fin dalla serata inaugurale che si apre con una fantastico apericena a tema Valtellina ad accompagnare il concerto. Sabato e domenica ci aspettano il mercatino dei prodotti locali, tante gite, esibizioni sportive, visite guidate… Senza dimenticare i menù a tema nei ristoranti e l’angolo StreetFood! Sabato sera spettacolo di fuoco e concerto nel centro sportivo oltre alla Cena Stellata cucinata dallo chef Alessandro Negrini. Fonte: calendariovaltellinese.com

Valmalenco: X° Giornata Nazionale delle Miniere

Una due giorni per conoscere la tradizione mineraria della Valmalenco: percorsi tematici, approfondimenti, mostre, visite guidate, laboratori e un attesissimo concerto in miniera, con la partecipazione straordinaria di Davide Van De Sfroos che sarà presente anche alla conferenza stampa.

Screen-GdM-2-1-1-1024x483

Appuntamento divenuto ormai consueto in Valmalenco, la Giornata Nazionale delle Miniere, giunta quest’anno alla sua X° edizione viene promossa dall’Ecomuseo della Valmalenco come significativa opportunità per conoscere uno degli aspetti più caratteristici di questa Valle, nota e apprezzata a livello internazionale per la sua varietà geologica e la sua ricchezza mineraria.

La Giornata Nazionale delle Miniere si propone di promuovere le risorse minerarie ed estrattive come risorse culturali, luoghi di testimonianza del lavoro e delle vicende umane e di favorirne la valorizzazione mediante proposte diversificate volte a creare nei fruitori l’interesse e il desiderio di visitare queste realtà territoriali non solo per i già più che rinomati circuiti turistici. Fonte: altarezianews.it

Lanzada: si va a teatro

WhatsApp Image 2018-04-07 at 10.52.52

La stagione teatrale di Lanzada giunge quest’anno alla sua 17esima edizione. Il suo ricco programma è stato deciso e coordinato dalla biblioteca di Lanzada in collaborazione con l’Unione dei Comuni Lombarda della Valmalenco e conta in calendario quattro appuntamenti, spalmati sui mesi di aprile e maggio.

Le rappresentazioni teatrali prenderanno il via sabato 14 Aprile per terminare sabato 26 Maggio; gli spettacoli saranno a entrata libera e si terranno il sabato alle ore 21.00, presso la palestra della Scuola Primaria di Lanzada. Le compagnie che andranno in scena sono prevalentemente valtellinesi, ma vi è anche la presenza di una compagna proveniente da Milano.

I primi a salire sul palco saranno “I solit Maraa” di Castello dell’Acqua, con la loro commedia dialettale, scritta da Daniele Broggini, “Tri pà e du mami…che rebelot!”. La compagnia fa la sua prima apparizione nel 2003, presentandosi come un gruppo di amanti del teatro che vuole divertirsi divertire, senza eccessive pretese. Il nome f riferimento ai “Maraà”, i marrani, originari di Castello dell’Acqua. Fonte: valtellinanews.it

Lanzada: Maschere, musica e frittelle per il carnevale domenica 11 febbraio 2018

birthday card invitation

Domenica 11 febbraio
Già durante l’epoca romana e greca esistevano festività che ricordano il nostro carnevale. Durante i giorni delle dionisiache greche e dei saturnali romani, venivano abbandonate le consuete abitudini sociali e le gerarchie della società per prediligere lo scherzo e il divertimento. Il carnevale come lo conosciamo oggi deriva, invece, dalla tradizione cattolica e trae la sua etimologia dal termine latino “carnem levare” poiché indicava il ricco banchetto che si teneva il Martedì Grasso, cioè l’ultimo giorno prima dell’inizio della Quaresima che portava con sé astinenza e digiuno.
Lanzada
E20 Lanzada, in collaborazione con il Comune, ha deciso di festeggiare tale ricorrenza con una sfilata delle maschere e un carro allegorico, domenica 11 Febbraio. I partecipanti si ritroveranno alle ore 14.30 al campo sportivo di Tornadri, a Lanzada, per poi sfilare per le vie del paese accompagnati dal carro che, come da tradizione ormai, verrà allestito in base a un evento accaduto negli ultimi 12 mesi. La sfilata avrà termine al piazzale della scuola elementare, dove le mascherine verranno accolte dalla musica dal vivo di Kikko e da tante frittelle. Fonte: valtellinanews.it

Valtellina. Viaggio nel tempo di Babbo Natale.

Come ogni anno con l’arrivo delle festività, si rinnova la magia natalizia caratterizzata da mercatini, artigianato, enogastronomia, musica, folclore e tanto calore.
Valtellina.-Viaggio-nel-tempo-di-Babbo-Natale.

MERCATINI NATALIZI
I mercatini sono certamente uno degli eventi più attesi durante il periodo natalizio valtellinese, tanto da richiamare persone provenienti anche da molto lontano. Questi tradizionali e suggestivi eventi sono programmati in diverse località lungo tutto il territorio. Si comincia da Livigno che con l’inizio dell’avvento, il 24 novembre fino a sabato 23 dicembre, viene impreziosita dal Villaggio di Natale, presso la Piazza della Chiesa Santa Maria, caratterizzato da tante deliziose casette di legno che, con le luci scintillanti e i profumi avvolgenti, fanno ritornare bambini. Mentre si cammina tra le casette che espongono prodotti artigianali locali, è possibile degustare del buon vin brulè o una cioccolata calda, accompagnati da golose caldarroste. Scendendo lungo la valle si incontrano Bormio, Tirano e Aprica che, insieme ai loro borghi limitrofi, sono pronti ad indossare i festosi drappi natalizi che faranno da sfondo ai mercatini.
Proseguendo lungo la Media Valtellina, Sondrio e Albosaggia sono sicuramente due luoghi da visitare quando si parla di mercatini a tema natalizio. Per due giornate, il 9 e il 10 dicembre, la Località Paradiso, nel comune di Albosaggia, si trasforma. Le luci dei mercatini natalizi illuminano infatti tutto il paese, accogliendo calorosamente i visitatori. Sono previsti più di 100 espositori e i bambinipotranno incontrare anche Babbo Natale, a bordo della sua slitta, a cui lasciare la propria letterina.
Anche in Valmalenco, a Lanzada e Chiesa Valmalenco, i mercatini sono un appuntamento da non perdere dove trovare originali regali e assaporare deliziosi prodotti del luogo.
In Valchiavenna i mercatini sono i veri protagonisti del periodo natalizio. Già domenica 19 novembre, i Crotti di Prata ospiteranno gli espositori con i loro manufatti artigianali ed articoli da regalo. La giornata sarà allietata anche dalla presenza di Babbo Natale per i più piccoli. imperdibili anche i mercatini tradizionali di Novate Mezzola, Campodolcino e di Gordona.
A Madesimo, dal 2 al 10 dicembre, sono in programma le Casette di Natale dove poter trovare sfiziose idee regalo. Fonte: italyfood24.it

Valmalenco: Tra i monti della Valmalenco un giovane talento della Dance Music

IMG_6245-800x450

In pochi giorni la traccia ha già registrato oltre 80mila ascolti
Non solo ottimi prodotti tipici e serpentino, la Valmalenco è capace di offrire anche musica di qualità. E’ il caso di Alessandro Negrini, classe 1992, originario di Caspoggio e membro del duo BounceMakers, progetto ideato insieme al pavese Riccardo Contu che sta riscuotendo successo in tutto il mondo.

Il nuovo singolo “Shock”
Il 9 ottobre è uscito il loro ultimo singolo pubblicato su Ensis Record. Oltre ad aver ricevuto ottime critiche da parte di dj di fama mondiale, in pochi giorni la traccia ha già registrato oltre 80mila ascolti Facebook, Instagram e piattaforme di ascolto streaming come youtube , spotyfy e soundcloud. “Shock”, questo il titolo dell’ultimo sforzo dei due artisti, ha superato di molto il successo sperato e sta portando ai BounceMakers una notevole fama. “Dopo la pubblicazione abbiamo ricevuto molte offerte, tra queste anche la richiesta di andare a suonare in svariati festival per l’Europa e addirittura in India – rivela Alessandro – ci stiamo organizzando per partire ma non è facile”. Fonte: giornaledisondrio.it

Valmalenco: Coro Armonie in voce: doppio successo

armonie-in-voce (1)

Il coro femminile Armonie in Voce è stato protagonista il 16 agosto nella chiesa dei Santi Giacomo e Filippo. E il 19 agosto ha tenuto un secondo concerto nel santuario della Madonna delle Grazie di Primolo. Le componenti del coro erano dirette dal nuovo maestro Mario Riva. Hanno offerto due momenti davvero di grande pregio, eseguendo brani applauditi dal folto pubblico presente in entrambe le occasioni. Apprezzati anche gli interventi musicali di Felice Montrasio (chitarra e canto) e l’accompagnamento alle tastiere di Federico Bianchi a Chiesa e Luca Onetti a Primolo. Fonte:giornaledisondrio.it

Lanzada: la Sagra di Vetto 2017 scalda i motori

sagra-di-vetto-800x450

E’ uno degli appuntamenti più attesi dell’estate malenca. Sabato 12 agosto 2017 torna la fantastica Sagra di Vetto.

Sagra di Vetto: omaggio ai “Magnan”
E’ tutto pronto a Lanzada per la Sagra di Vetto. Il tema scelto per l’edizione 2017 è la storia del “Magnan” e del “Calmun”. Proprio attraverso l’uso del “Calmun” la sagra intende rendere omaggio ai tanti “Magnan” vissuti negli anni passati. Persone che con un umile lavoro hanno permesso al paese di sopperire alle difficoltà della vita di montagna.

Buon cibo e buon vino
La sagra ha lo scopo di far conoscere ai partecipanti alcuni degli angoli più suggestivi di Vetto. Per partecipare e degustare i cibi – e il vino proposti – si devono acquistare i buoni del valore di un euro o 50 centesimi. Buoni che possono poi essere spesi nei diversi stand. Il cibo è preparato in maniera tale che si possa gustare in piedi. E quindi passeggiando alla scoperta del piccolo centro della Valmalenco che conserva intatto tutto il suo splendore. L’iniziativa scatta alle 19 e si protrae per l’intera serata. Fonte: giornaledisondrio.it