Archivi tag: Valtellina

Valtellina: Rally Coppa Valtellina, trionfa Marco Gianesini

Marco Gianesini ha impresso il proprio sigillo, il terzo della serie, sulla 59esima edizione della Coppa Valtellina, il rally automobilistico organizzato in modo esemplare il 6 e 7 giugno da Promo Sport Racing. Al termine delle otto prove speciali, per un totale di oltre 79 km, il pilota sondriese, navigato da Sabrina Fay, si è lasciato alle spalle l’equipaggio composto da Mario Stagni-Silvia Rocchi per una manciata di secondi, mentre sul terzo gradino sono approdati Rossetti-Tripiciano.

image

Fonte: ilgiorno.it

Valtellina: Giro d’Italia in Valtellina, il Polo di Formazione Professionale è già maglia rosa

Una sfida importante, un’opportunità per mettersi alla prova, un’occasione di visibilità: così si riassume la partecipazione del Polo di Formazione Professionale Valtellina al Giro d’Italia 2015, nella fattispecie alla tappa Pinzolo-Aprica di martedì prossimo. La preparazione e il servizio del buffet per gli ospiti della sala Vip, l’allestimento degli spazi con la vetrina dei pedü, la realizzazione di un tradizionale muretto a secco vedranno impegnati gli alunni dei corsi alberghiero, dell’abbigliamento e dell’edilizia.

Fonte e altri dettagli: valtellinanews.it
Link del Polo di Formazione Professionale www.pfpvaltellina.it

croppedimage701426-IMG178

Valtellina: Le miniere nella Valle: «Tra storia e tradizione per attirare i turisti»

Un’intera giornata dedicata a queste realtà. Previste iniziative e incontri in tutta la provincia. «Ma siamo noi i primi a dover conoscere il territorio».
Più restie a portare avanti discorsi comuni all’interno della propria dimensione valliva, più inclini alla collaborazione quando si tratta di gettare un ponte fra comunità valligiane distanti geograficamente, ma accomunate da un “denominatore” culturale forte rappresentato dall’estrazione e lavorazione della pietra ollare.
Il riferimento è alla Valmalenco, alla Valchiavenna e alla Bregaglia che, ieri mattina, si sono ritrovate sotto il “cappello” del Bim di Sondrio, in occasione della presentazione della “Giornata nazionale sulle miniere”, edizione numero 7, in programma il 29 e 30 maggio prossimi, e organizzata dall’Istituto superiore per la ricerca ambientale, Ispra, dall’Associazione italiana per il patrimonio archeologico industriale, dall’Associazione nazionale ingegneri minerari, dall’Associazione mineraria italiana per l’industria mineraria e petrolifera e dall’Associazione italiana di geologia e turismo.

le-miniere-nella-valle-tra-storia-e-tradizione-per-attirare-i-turisti_66b289d8-fa94-11e4-8b8e-f074887a2af0_998_397_big_story_detail

Fonte: laprovinciadisondrio.it

Valtellina: da record ai Campionati Studenteschi Regionali, 18 rappresentative e una classe intera alle finali

Il mese di maggio, si sa, per la scuola è periodo di verifiche finali. Anche lo sport scolastico affronta in questo periodo le verifiche di rito per l’accesso alle pochissime finali nazionali previste per quest’anno scolastico.

Come purtroppo spesso segnalato, lo sport scolastico italiano sta attraversando il periodo più critico dal 1968 ad oggi. Il 1968 è stato l’anno di nascita degli allora Giochi della Gioventù, una specie di mini Olimipiade annuale a tappe progressive, nate dal protocollo d’intesa fra CONI e Ministero della Pubblica Istruzione che nel corso degli anni ha portato centinaia di migliaia di studenti a confrontarsi in una miriade di discipline sportive durante la normale attività scolastica. Negli anni, soprattutto per motivi economici, i Giochi hanno subito radicali cambiamenti, non solo nella denominazione, ma soprattutto nello spirito stesso e nelle formule organizzative, avviate verso un costante e inesorabile declino che fa supporre purtroppo una probabile chiusura definitiva di questa avventura durata più di mezzo secolo.
Se quelli di quest’anno scolastico saranno gli ultimi Campionati Studenteschi, almeno come sono stati intesi finora, la Valtellina li sta celebrando alla grande!

croppedimage701426-Atletica-maschile-2-grado

Fonte: valtellinanews.it

Valtellina: Medaglie d’oro per gli alunni del Pfp Valtellina al concorso culinario ‘Matteo Restelli’

croppedimage701426-IMG3886

Piena soddisfazione per gli allievi e orgoglio per i docenti del Pfp Valtellina che, a distanza di un anno dalla precedente partecipazione al concorso varesino hanno raddoppiato e impreziosito il bottino raggiungendo l’ambito oro e un primo posto particolarmente significativo nella sezione dedicata ai menù realizzati con i prodotti del territorio. Bontà e professionalità: la Valtellina si conferma ai vertici.

Fonte: www.valtellinanews.it

Valtellina: Vertical Tube Race: il chilometro “più duro” al mondo

Foto1_7

Sarà una sfida da veri temerari quella del 18 aprile con la 1^edizione del Valtellina Vertical Tube race, la gara che si correrà sulla scalinata che si sviluppa di fianco ai tubi della centrale idroelettrica Enel di Montagna di Valtellina ideata dal comitato organizzatore del Valtellina Wine Trail.
Una battaglia fatta di 2700 gradini racchiusi in un solo chilometro, per un dislivello totale di 500 metri.
La formula di partenza sarà a cronometro: alle ore 15.00 di sabato 18 aprile partirà il primo concorrente; a seguire tutti gli altri a distanza di 30”. Numerosi gli atleti “Elite” che intendono sfidarsi fino all’ultima goccia di sudore su questa scalinata che mette a dura prova muscoli e fiato. La loro partenza avverrà a conclusione dell’evento, dalle 17.30, distanziati fra loro di 1’.

Fonte: http://www.radiotsn.it

Valtellina: Band made in Valtellina: Paolo “Laboule” Novellino, tra boschi, case fredde e nomadismo

croppedimage701426-IMG9151

Intervista all’eclettico musicista che ha intrapreso la carriera solista dopo essersi formato musicalmente con innumerevoli ed eterogenei gruppi musicali valtellinesi
“Chitarre elettro acustiche per giornate fredde, in accordature modali e primitive, e canzoni sull’arte d’arrangiarsi”.
Questa la descrizione che Laboule da di sé stesso. Tra boschi, case fredde e nomadismo, proviamo a riscaldarci con la borsa dell’acqua calda e a goderci le note della chitarra.

Chi è Paolo Laboule Novellino e da dove nasce questo pseudonimo?

Ho sempre suonato con delle band e usare il mio nome mi sembrava che parlasse troppo di me, serviva un contenitore che potesse racchiudere qualcosa… In quel periodo vivevo a Casacce in una casa molto fredda così ho pensato alla boule dell’acqua calda.
In seguito è diventato LABOULE (tutto attaccato) e ho pure scoperto che è anche il nome di un paesino della Francia.

Fonte: www.valtellinanews.it

Valtellina: Grande successo per la Valtellina alla “Mostra nazionale delle bovine di razza Bruna”

croppedimage701426-215big

Grande soddisfazione per l’A.P.A. Sondrio, presente in forze alla kermesse con numerosissime aziende della provincia di Sondrio. Tanti i premi portati a casa.
Nonostante la difficile congiuntura economica la provincia di Sondrio si conferma protagonista della Zootecnia italiana di qualità. Alla 47° Mostra nazionale delle bovine di razza Bruna, che si è svolta a Montichiari lo scorso fine settimana, 14 e 15 febbraio 2015, gli allevatori dell’A.P.A. Sondrio hanno infatti incassato riconoscimenti eccellenti: il titolo di Campionesse Manze e giovenche è andato infatti a Charity Calypso dell’azienda “Peretti Michele”, subito dietro di lui Sissi Brookings di Demonti Samuele e quindi Kiba Malandrina della già conosciuta e pluripremiata azienda agricola Kibafarm dei Fratelli Barri.

Fonte: valtellinanews.it

Valtellina: Nel 2100 il ghiacciaio dei Forni sarà quasi scomparso

Secondo uno studio, pubblicato sulla rivista dell’Associazione interregionale Neve e Valanghe, tra 86 anni il ghiacciaio dei Forni della Valfurva perderà l’80% del volume che aveva nel 2007.

Nello studio, pubblicato sulla rivista dell’Associazione interregionale Neve e Valanghe, è stata simulata la risposta del ghiacciaio dell’alta Valtellina «a diversi scenari potenziali di precipitazione e temperatura fino a fine secolo».

Lo studio conclude: “Questa riduzione impatterà sicuramente sulla disponibilità idrica estiva derivante dalla fusione glaciale e se ne dovrà tenere conto nei diversi scenari evolutivi, non solo ambientali, ma anche socio-economici che vedono nel più grande ghiacciaio vallivo italiano una risorsa importante, non solo dal punto di vista idrico ed energetico ma anche paesaggistico, turistico e ambientale.”

Lo studio completo è scaricabile qui

croppedimage701426-ghiacciaio-dei-forni

Valtellina: “Miracoli” del riscaldamento climatico: cosa si coltiva oggi in

Miracoli (si suppone) del global warming, il riscaldamento globale. Il clima si trasforma, le temperature sono sempre più miti (come dimostra l’ultimo weekend, o più semplicemente il fatto che in montagna la neve latiti). Il 2014, carta canta, è stato l’anno più caldo dal 1880, quando sono iniziate le misurazioni, con 1,45 gradi sopra la media, afferma la Coldiretti. Ma, dicevamo dei “miracoli” del global warming. Quali miracoli? Semplice, uno: la coltivazione degli ulivi…in Valtellina.

Il pioniere – Una storia che ci viene raccontata dal Corriere della Sera, quella di Carlo Baruffi, imprenditore di 71 anni, che dodici anni fa, forse senza neppure crederci troppo, ha destinato parte di un suo terrazzamento abbandonato di Poggiridenti, provincia di Sondrio, all’ulivo, appunto. Fu il primo a crederci, ed allestì la sua coltivazione alla bellezza di 564 metri sopra il livello del mare.

Fonte e dettagli: liberoquotidiano.it

UpkPfA5XLjiQOGPbhLK9YzezWXrKSvzzaTd23bOrwvY=--