Tutti gli articoli di Cristina

Valmalenco: La leggenda di Prìmolo

Uno dei luoghi più ameni della Valmalenco è sicuramente il paesino di Prìmolo (m. 1247), sopra Chiesa. Nella genealogia fantastica dei luoghi di Valmalenco, Primolo, come Chiareggio, è figlio di Chiesa e Màllero, ed ha come nonni materni Valmalenco e Pizzo Scalino. C’è una leggenda molto nota legata all’origine del suo nome e centrata sul tema dell’amore impossibile, che consuma e che conduce alla morte. Amore e morte, motivo tipicamente romantico, consegnato ad una storia semplice e commovente.
La storia inizia sul versante retico opposto a quello di Valmalenco, dove Guglielmo, figlio del conte di Tarasp, si ribellò ai progetti paterni, che lo volevano sposo della castellana Edda Kofer, personaggio sinistro, in odore di stregoneria, sospettata di aver ucciso il marito. Non era tempi nei quali ci si potesse tranquillamente opporre alla volontà paterna, e Guglielmo dovette, quindi, fuggire, cercando riparo, al di qua del passo del Muretto, in Valmalenco, giungendo proprio a Prìmolo, per l’antica mulattiera del Muretto, di cui ancora oggi si può percorrere il tratto San Giuseppe-Primolo. Qui incontrò una gentile fanciulla, Mina, figlia di un contadino. Com’è facile prevedere, nacque fra i due un profondo amore. Trascorsero, così, mesi felici, ma la felicità non dura mai troppo a lungo. Le primule, legate alla leggenda di Primolo. Foto di M. Dei CasNel frattempo, infatti, era morto, consumato dal dolore per la fuga del figlio, il padre di Guglielmo, e la notizia era giunta fino a lui, suscitando un forte rimorso. Era combattuto fra il desiderio di rimanere con l’amata e da quello di tornare per rendere omaggio al padre. ( segue …….. qui….)

fonte: waltellina.com

Sci Club Valmalenco: “Sano agonismo per i nostri ragazzi.”

Lo Sci Club Valmalenco nasce nel 1947, con lo scopo di promuovere lo sci nella valle, sfruttando la naturale vocazione dei giovani della località malenca.
Fin da subito il sodalizio si impegna per crescere nella sua organizzazione, inglobando altre società, tra cui l’Unione Sportiva Vismara, sotto la guida di Umberto Vismara.
In pochi anni lo sci club diventa una delle più attive società a livello nazionale, organizzando campionati italiani di varie specialità nel corso della sua storia.
Nel 1956 l’Associazione Sportiva Valmalenco di fonda con lo Sci Club Lanzada dando vita ad un nuovo sodalizio che riprende la vecchia denominazione “SCI CLUB VALMALENCO”.

In tutti questi anni sono stati raggiunti ottimi risultati che hanno portato all’inserimento di alcuni atleti nelle squadre di comitato e del circuito di Coppa del Mondo. In particolare si citano Matteo Nana (oggi direttore tecnico e responsabile dello staff allenatori), Rachele Sonnino, Hilary Longhini che sono cresciuti agonisticamente proprio nello SCI Club Valmalenco. Non si possono dimenticare l’olimpionico di sci nordico Toni Schenatti e Aldo Trivella nel salto.

All’interno dello sci club è presente una importante sezione di Sci Nordico, guidata da Danilo Pedrotti, che ha saputo costruire in pochi anni un gruppo di atleti molto affiatati e competitivi, portandoli al conseguimento di importanti risultati a livello nazionale.

Attualmente lo Sci club Valmalenco è composto da circa 50 atleti nella specialità Sci Alpino e di altri 20 Atleti nello Sci Nordico.

Per approfondire la conoscenza del club visitate l’interessane sito www.sciclubvalmalenco.it

Lo sci club ha come finalità lo sviluppo dello sci alpino e nordico per tutti i giovani che frequentano la valle, seguendo i valori saldamente legati al rispetto dei principi sportivi: di lealtà ed impegno, per lo sviluppo fisico e morale dei partecipanti.

fonte: sciclubvalmalenco.it

Lago Palù: escursioni con ciaspole 2011

Nel periodo gennaio-marzo 2011 Edelweiss CAI (Gruppo sciistico alpinistico di Milano) ha programmato otto giornate con racchette da neve.

Il 19 marzo si svolgerà la tappa in Valmalenco: escursione notturna al Lago Palù (Alta Valmalenco).

fonte e dettagli: edelweisscai.wordpress.com

Le racchette da neve, note anche come ciaspole (e in inglese snowshoes, “scarpe da neve”), si stanno diffondendo sempre di più perché sono semplici da usare e consentono anche a chi non è amante degli sci di godersi in pieno la montagna d’inverno. Camminare “galleggiando” sulla neve fresca è una sensazione speciale che va sicuramente provata, non a caso le ciaspolate stanno avendo così tanto successo!

VALTELLINA: TANTI GLI APPUNTAMENTI INVERNALI TRA MERCATINI, PRESEPI, FIACCOLATE E GRANDI EVENTI

I Mercatini di Natale sono ormai una tradizione anche in provincia di Sondrio con luci e suoni che accompagnano gli ospiti nell’attesa del Natale. Proseguono a Villa di Tirano (18 dicembre), Livigno (fino al 19 dicembre), Lovero (19 dicembre), Sondrio (18/19 e 22/24 dicembre) e Madesimo (ogni sabato e domenica fino al 19 dicembre e tutti i giorni dal 24 dicembre al 6 gennaio).

Non mancano inoltre i Presepi viventi della vigilia di Natale rappresentati in vari borghi e paesi della Valtellina come a Caspoggio, Lanzada, nella frazione Vetto, e Gerola Alta.

O le suggestive fiaccolate, guidate dai maestri di sci nella notte di San Silvestro. E poi, da segnare in agenda, tanti altri appuntamenti, alcuni tradizionali, altri di grande sport.

Eccone alcuni:
Aprica. «Stralunata», gara-raduno in notturna di scialpinismo abbinata a un’uscita con le ciaspole, sempre in notturna (17 febbraio). Lunedì 28 febbraio si rivive invece una delle più antiche e sentite tradizioni locali: il «Sunà da Mars» (suonare a marzo).

Bormio. Appuntamento mercoledì 29 dicembre con la Coppa del Mondo di Sci Alpino con i campioni della velocità sulla mitica pista «Stelvio». La classica discesa libera maschile di fine anno, una delle prove più attese dell’intera stagione, con passaggi mozzafiato su una pista unica al mondo.

BIANCO NATALE

Dal 24/12/2010 – al 26/12/2010

Chi non ha mai sognato di trascorrere il Natale in montagna? Grazie alle abbondanti nevicate che rendono il paesaggio candido e fiabesco il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco ha studiato un’offerta originale per i giorni di Natale.

Sciare con Babbo Natale e i suoi folletti, consumare ghiotti dolcetti per piccini e non solo, scartare i regali di Natale e cenare con ottimi piatti valtellinesi.

fonte: sondrioevalmalenco.it

ulteriori informazioni: info@sondrioevalmalenco.it

Esercitazione per la sicurezza sulle piste da sci

Il 16 Dicembre dalle ore 9,00 alle ore 12,30 a Chiesa in Valmalenco Palù si terrà un’esecritazione per la sicurezza sulle piste da sci. Coinvolti Funivie al Bernina Spa, Prefettura, Questura, Carabinieri(CC), Polizia(PS), Soccorso Alpino Guardia di Finanza(SAGF), Corpo Forestale dello Stato(CFS), Vigili del Fuoco(VVF), 118 Sondrio, Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico(CNSAS), FISI, Volontari di protezione civile (PC), Commissione piste, Comunità Montana Valtellina di Sondrio.

fonte: www.adamellonews.com

Valtellina: Premiati quattro negozi storici dalla regione Lombardia.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e l’assessore al Commercio Stefano Maullu hanno preso parte domenica 28 novembre 2010, al Teatro Nuovo di Milano, alla premiazione dei Negozi Storici della Lombardia. Quattro gli esercizi della provincia di Sondrio inseriti nell’elenco dei 200 premiati dalla Regione…
Per la provincia di Sondrio sono stati premiati quattro esercizi

* Chiesa in Valmalenco – Ristorante Ai Portoni, ristorazione con somministrazione;
* Lanzada – Liquorificio Apicoltura W. Nana e figli, produzione e commercio di liquori, miele, caramelle, erbe officinali;
* Morbegno – Hotel Margna, ristorazione con somministrazione;
* Tirano – Ortulan, commercio al dettaglio di frutta e verdura fresca.

fonte: altarezianews.it

Treno della Neve da Milano alla Valtellina!

Parte il Treno della Neve: dal 1 dicembre prossimo partirà il Treno della Neve, che agevolerà i turisti soprattutto lombardi che si recheranno a sciare nei prossimi mesi invernali. Raggiungere le piste della Valtellina e della Valchiavenna.

Il treno partirà da Milano Centrale alle 18,00 con destinazione Tirano (arrivo previsto per le 20,20), via Colico e Sondrio, il Venerdì sera mentre il Sabato Mattina partirà alle 7,00 dalla Centrale con arrivo alle 9,20 a Tirano. La Domenica previsto un treno per il ritorno in partenza alle 18,00 da Tirano e arrivo alle 20,20 presso Milano centrale.

fonte: risparmioinviaggio.it