Archivi tag: Valmalenco

Valmalenco: Riprese Rai sull’associazione Bianco: «Aiutiamo le famiglie che soffrono»

riprese-rai-sullassociazione-bianco-aiutiamo-le-famiglie-che-soffrono_b481a494-c779-11e4-95d4-2dc88af082a6_998_397_big_story_detail

Riprese Rai sull’associazione Bianco: «Aiutiamo le famiglie che soffrono»
Telecamere accese in questi giorni in Valmalenco per documentare la generosità. Lenatti: «So cosa significa vivere un dramma improvviso, molto resta ancora da fare».
«La generosità e la disponibilità è tanta, in Valmalenco e non solo, ma sono in costante aumento anche i bisogni da parte dei piccoli pazienti e delle loro famiglie, per questo noi dell’associazione Bianco non possiamo mollare».
Parola di Giancarlo Lenatti, detto “Bianco”, di Chiesa in Valmalenco, autentico “uomo delle nevi” per la simbiosi perfetta ormai intessuta con l’alta quota essendo, si può dire, un tutt’uno col gruppo del Bernina.

Fonte e dettagli: www.laprovinciadisondrio.it

Valmalenco: capitale del freestyle: a marzo i Mondiali e Coppa Europa

Il Comitato Fis ha resto noto il calendario delle competizioni per la rassegna juniores. «Sono gare valide per le qualificazioni alle olimpiadi giovanili di Lillehammer 2016».
Il Comitato Fis aveva riconfermato la Valmalenco come sede dei prossimi Mondiali juniores di Freestyle Ski poco prima di Natale. Ora è noto anche il calendario delle gare.
Dal 24 marzo al primo aprile prossimi, infatti, il comprensorio sciistico del Palù ospiterà i campioni internazionali junior del Freestyle Ski, che si contenderanno i titoli nelle varie specialità, e, al pari, ospiterà le gare di qualificazione per i Giochi olimpici invernali junior di Lillehammer 2016.

la-valmalenco-capitale-del-freestyle-a-marzo-i-mondiali-e-coppa-europa_6998fe4c-9b86-11e4-a3d0-ffeefe857c62_998_397_big_story_detail (1)

Fonte: laprovinciadisondrio.it

Valmalenco: è per la quinta volta… Mondiale

NELL’ANNO DI EXPO LA VALMALENCO SPORTIVA E’ ANCORA MONDIALE. Mentre Milano si prepara ad ospitare con Expo una vetrina economica e sociale planetaria, la Valmalenco ne prepara un’anteprima in campo sportivo, con il quinto mondiale FIS Junior consecutivo a prendere vita sulle nevi della Ski Area dell’Alpe Palù. Quest’anno ritornano le specialità del Freestyle Ski, per un calendario che dal 24 marzo al 1 aprile non solo attribuirà i titoli iridati del circuito FIS, ma che metterà anche in palio le qualificazioni per i Giochi Olimpici Invernali Junior di Lillehammer 2016. Aspetto, quest’ultimo, che farà ricadere ancor più aspettative (e partecipazione) sull’evento da parte dei Team Nazionali, attesi in non meno di 30 rappresentative, per una stima di circa 1000 partecipanti in arrivo sul territorio.

croppedimage701426-20140329FISJuniorFreestyleSkiHalfPipeValmalenco003

Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: Eliski in Valmalenco: le proteste del Cai e delle guide alpine

Approvati in via sperimentale per tre mesi, i voli degli elicotteri sulle cime non piacciono. Il sindaco di Torre: «Aspettiamo, poi valutiamo».

È stata “approvata” in via sperimentale per tre mesi la pratica dell’heliski nella zona di Arcoglio-Torre, nel Comune di Torre di Santa Maria, e in Val Giumellino, nel Comune di Chiesa in Valmalenco e, la cosa, ha scatenato da subito una ridda di polemiche.

eliski-in-valmalenco-le-proteste-del-cai-e-delle-guide-alpine_8d9fef30-a0f9-11e4-a570-26fbf8a2aaf4_900_512_new_rect_large

«Siamo stati contattati nei giorni scorsi da Elitellina – precisa Mauro Decio Comett i, sindaco di Torre – intenzionata ad appoggiare, evidentemente, voli diretti a favorire questo tipo di sport in Valmalenco, nelle aree che ricadono nei nostri due Comuni. A quel punto, per quanto noi sindaci non si debba fornire alcuna autorizzazione formale, perché, a differenza di quanto accade per l’uso delle motoslitte, non vi è un regolamento nazionale o regionale al riguardo, abbiamo pensato che si potesse anche non ostacolare a priori questo tipo di attività ritenendo che, al limite, non portasse né vantaggio, né svantaggio al nostro territorio. Fermo restando che, se dovessimo accorgerci che, in realtà, lo svantaggio c’è, allora potremmo sempre chiederne la “sospensione”».Le virgolette sono d’obbligo proprio perché non essendovi regolamentazione al riguardo, in realtà, chi pratica l’heliski, in genere, lo fa, punto e basta. Senza premurarsi di segnalare la cosa al sindaco di turno e averne, se del caso, un pur informale assenso.

«Cosa che accade anche da noi, in Valmalenco – precisa Michele Comi, guida alpina del posto -, ma pure altrove, tant’è che non mancano scialpinisti ed escursionisti che si imbattono in frequentatori delle nostre montagne, soprattutto svizzeri, tedeschi, austriaci, che ci raggiungono proprio per praticare questo sport, anche per il fatto che, da loro, è molto più regolamentato e difficile da porre in atto. Alla fine si costruiscono pacchetti ad hoc, di alcuni giorni, che, però, non si traducono in un beneficio reale neppure per gli operatori del posto. Fermo restando il riverbero in tutto e per tutto negativo per l’ambiente alpino tant’è che, noi, organizzatori dell’Arcoglio-Torre, storica rievocazione delle prime gare di sci degli anni ’30 in Valmalenco, abbiamo già intenzione di non farla quest’anno. È esattamente l’antitesi del tipo di fruizione della montagna avallato dai nostri amministratori».

La posizione di questi ultimi, peraltro, è fortemente criticata anche da Flaminio Benetti, presidente del Cai Valtellinese sezione di Sondrio. «Trovo estremamente miopi le amministrazioni che concedono, anche con leggerezza, l’effettuazione di questo tipo di attività sportive – rincara Benetti – sia perché sono parecchio fastidiose per chi pratica la montagna senza mezzi meccanici, e sono tanti, sia perché fortemente inquinanti per il territorio in termini di rumore con ripercussioni sulla flora e sulla fauna. E non è che la zona di Arcoglio-Torre e quella di Val Giumellino sia meno bella, meno interessata da flora e fauna di quanto non lo sia quella sottoposta a vincolo di tutela comunitario, il cosidetto Sic (Sito di interesse comunitario), nel territorio comunale di Lanzada. Lì, l’heliski non si può praticare e, anzi, ogni tipo di sorvolo, deve essere avallato dalla Provincia che, peraltro, a mio giudizio, è persino troppo larga di manica nel concedere passaggi aerei ben oltre quelli a servizio dei rifugi e degli alpeggi. Comunque, – conclude Benetti – noi stiamo per uscire con un documento ufficiale riguardo a questa pratica e, nel contempo, chiediamo a chi di dovere di interrogarsi rispetto al tipo di fruizione della montagna che si vuole. Perché se si pensa di farne un luna park, allora, sì, prendiamo pure tutto quello che arriva».

Fonte: laprovinciadisondrio.it

Valmalenco: Ministro Cambogiano in visita

L’effetto Expo inizia a farsi sentire anche in Valtellina. Grazie alle visite ed ai sopralluoghi degli espositori che da tutto il mondo raggiungono Milano, non manca chi sceglie di spingersi fino alle nostre montagne per conoscere meglio la regione e godersi, perchè no, anche qualche momento di relax, tra la rinomata enogastronomia e i paesaggi mozzafiato che contraddistinguono il nostro territorio.
Ultimo in ordine di tempo, il Ministro dell’Informazione della Cambogia, Khieu Kanharith, che dal capoluogo lombardo dove si trovava per motivi di lavoro, è arrivato in Valmalenco.
La piccola delegazione di ospiti italiani e stranieri, è stata accolta dai rappresentanti del Consorzio turistico di Sondrio e Valmalenco, e dalle istituzioni del territorio: il sindaco di Lanzada Marco Negrini ed il Capitano dei Carabinieri di Sondrio Claudio De Leporini.
Sorpreso da tanto calore, il Ministro cambogiano ha ringraziato e scherzato sul suo abbigliamento ‘da montagna’ molto informale per un incontro con le autorità.

ministro cambogia valmalenco ok (1)

Fonte: radiotsn.it

Valmalenco: Sci alpino, Memorial Fontana .

SCI ALPINO, MEMORIAL FONTANA IN VALMALENCO. POSITIVE LE PRIME GARE DEL CIRCUITO 2014/2015

Giulia Noris, dello sci club Ubi Banca Goggi, “graffia” con una vittoria l’ultimo appuntamento di Chiesa Val Malenco con il 21esimo memorial Walter Fontana per il quale oggi si è svolto uno slalom gigante. La Norisa ha messo dietro la bellunese Sofia Pizzato e la valdostana Anna Damia
In campo maschile al primo posto per il trentino Giulio Zuccarini. Al secondo posto il piemontese Nicolo Cerbo. Terza piazza per il veneto Pietro Canzio. Per quanto riguarda i colori del Comitato FISI Alpi Centrali nono posto per Federico Barzasi dello sci club Radici Group.

logo2014CPAa-400x300

Fonte: altarezianews.it