Tutti gli articoli di Cristina

Lanzada: Il “Pica de Crap” a Mario Conti

917688_LEC-pict_3262669-800x450

Sarà consegnato all’alpinista lecchese Mario Conti il premio “Pica de Crap” 2017. Fu uno dei quattro Ragni di Lecco a raggiungere la cima del Cerro Torre.

Il “Pica de Crap” ricorda un’impresa appassionante
E’ tutta all’insegna del ricordo di un’impresa appassionante il premio “Pica de Crap” che il Cai Valmalenco assegna quest’anno. La scelta è infatti caduta su Mario Conti. L’alpinista lecchese faceva parte della spedizione dei Ragni di Lecco che nel gennaio del 1974 raggiunse per la prima volta la vetta del Cerro Torre. Il riconoscimento sarà assegnato nell’ambito della cerimonia in programma nella sala Maria Ausiliatrice di Lanzada il 24 agosto alle 21. Fonte: giornaledisondrio.it

Lanzada: in mostra i gioielli delle Alpi 19 e 20 agosto 2017

11004063_20150822_160246-800x450

Nel fine settimana si svolgerà a Lanzada la nona mostra scambio di minerali nella palestra della scuola elementare. Un’occasione unica per poter ammirare cercatori e collezionisti locali e non che esporranno vere e proprie meraviglie provenienti da tutto il mondo. Sotto i riflettori ci saranno in particolare quelli trovati sulle nostre montagne. Oltre 50 tavoli con più di venti espositori per poter ammirare le meraviglie della Valmalenco. Prime fra tutte i bellissimi demantoidi della Val Lanterna. Fonte: giornaledisondrio.it

Lanzada: la Sagra di Vetto 2017 scalda i motori

sagra-di-vetto-800x450

E’ uno degli appuntamenti più attesi dell’estate malenca. Sabato 12 agosto 2017 torna la fantastica Sagra di Vetto.

Sagra di Vetto: omaggio ai “Magnan”
E’ tutto pronto a Lanzada per la Sagra di Vetto. Il tema scelto per l’edizione 2017 è la storia del “Magnan” e del “Calmun”. Proprio attraverso l’uso del “Calmun” la sagra intende rendere omaggio ai tanti “Magnan” vissuti negli anni passati. Persone che con un umile lavoro hanno permesso al paese di sopperire alle difficoltà della vita di montagna.

Buon cibo e buon vino
La sagra ha lo scopo di far conoscere ai partecipanti alcuni degli angoli più suggestivi di Vetto. Per partecipare e degustare i cibi – e il vino proposti – si devono acquistare i buoni del valore di un euro o 50 centesimi. Buoni che possono poi essere spesi nei diversi stand. Il cibo è preparato in maniera tale che si possa gustare in piedi. E quindi passeggiando alla scoperta del piccolo centro della Valmalenco che conserva intatto tutto il suo splendore. L’iniziativa scatta alle 19 e si protrae per l’intera serata. Fonte: giornaledisondrio.it

Lanzada: capitale della musica elettronica, arriva il Dreamland Music Festival 18 e 19 Agosto

IMG_8898-800x450

La Valmalenco non è un paese (solo) per vecchi. Ne sono convinti e pronti a dimostrarlo Alessandro Negrini e Stefano Faldrini. Due giovani malenchi che hanno deciso di portare a Lanzada il Dreamland Music Festival, uno degli eventi musicali della scena elettronica più importanti d’Italia con ospiti famosi e internazionali.

Nella settimana di Ferragosto
Venerdì 18 e sabato 19 agosto 2017 si svolgerà al campo sportivo di Pradasc a Lanzada il Dreamland music festival. Due giorni di musica che sapranno accontentare tutti. “Abbiamo deciso di dividere l’evento in due giornate per allargare l’offerta e coinvolgere più pubblico” hanno spiegato gli organizzatori. Fonte: giornaledisondrio.it

Torre Santa Maria: Valmalenco Vertical 2017

Andrea Morelli & Elisa Compagnoni vincono l’edizione 2017…

Schermata 2017-07-30 alle 18.37.53

Pochi ma buoni gli atleti al via dell’edizione 2017. Su gli scudi Morelli & Compagnoni.

CLASSIFICHE ON LINE!!

Vertical vero quello della Valmalenco. Un vertical proposto e ideato da Fabio Cometti, ovvero da uno deegli organizzatori di Valtellina Wine Trail, Vertical Tube, VUT e Livigno Skymarathon. Da affrontare 3600m di pura fatica per una vera e propria scalata verso il cielo di ben 1000m. Quest’anno ad incidere il proprio nome nell’albo d’oro sono stati il sondriese e la furvese Elisa Compagnoni. La portacolori dell’Atletica Alta Valtellina, con crono di 49’06”, ha messo dietro l’ex nazionale polacca di skialp Anna Tybor -55’58”- e Ramona Ipra della Polisportiva Albosaggia 56’10”. Nella top five di giornata anche Anna Lucia Pianta e Marina Testini.

Al maschile, sul severo tracciato di Torre Santa Maria, bella performance di Andrea Morelli del PT Skyrunning che è riuscito a vincere in 41’12” sull’argentino Diego Simon -42’31”- e sul locale Ugo Pedrolini della Sportiva di Lanzada – 43’13”-. Nella top ten di giornata sono entrati anche Dario Songini, Enzo Vanotti, Luca Schenatti,, Renato Tenni, Luca Albini e fabio Negrini. Fonte: sportdimontagna.com

Ganda: concerto del Quartetto K: Klezmer

ganda
Domenica 30 luglio, alle ore 21, nella suggestiva piazzetta di Ganda, a Lanzada, concerto del Quartetto K: Klezmer, una tradizione che viene da lontano. L’appuntamento è inserito nel cartellone di Alpi Sonanti 2017 promosso da Serate Musicali. Klezmer è il repertorio antichissimo degli ebrei girovaghi che facevano ballare e cantare, commuovere e pregare chi li ascoltava. In caso di maltempo il concerto sarà ospitato in sala Maria Ausiliatrice.

Valmalenco: Sabato il premio Fedeltà malenca

fedeltà-malenca-800x450

La cerimonia ufficiale si tiene stasera alle 21 nella sede dell’Associazione Amici Anziani.
Premio Fedeltà malenca: la cerimonia
La cerimonia di premiazione si svolgerà alle ore 21 nella sala dell’Associazione Amici Anziani in via Roma a Chiesa in Valmalenco si terrà la cerimonia. L’iniziativa è patrocinata da Provincia, Comunità Montana e Unione dei Comuni della Valmalenco. A organizzare l’iniziativa è l’Associazione Amici Anziani. Fonte: giornaledisondrio.it

Caspoggio: Assegnati i premi per le “Tesi di laurea sulla Valmalenco 2016”

CroppedImage720439-Premiazione-Francesco-Della-Ferrera
Le tesi in concorso erano cinque, due si sono aggiudicate il premio come migliori “Tesi di laurea sulla Valmalenco 2016”. Una tesi triennale dal titolo “Alcune revisioni etimologiche del gergo calmùn” di Francesco Della Ferrera di Chiuro, Laureatosi presso la facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università di Bergamo, che ha esaminato e approfondito 160 termini del calmùn, quel gergo per secoli utilizzato dai magnàn di Lanzada, ovvero i calderai che durante l’inverno viaggiavano lungo tutto l’arco alpino offrendosi come riparatori e stagnatori di paioli, utilizzando tra di loro questo caratteristico linguaggio al fine di non essere compresi da altri.

La tesi di dottorato dal titolo “Gli organi Ligari, caratteristiche, contesto ed evoluzione storica” è il poderoso elaborato con cui Emanuele Ghelfi, lecchese, si è aggiudicato l’altro premio per la puntuale e approfondita analisi svolta sulle interessanti ed intriganti vicende che hanno riguardato uno dei due organi a canne costruiti dall’eclettico artista sondriese Pietro Ligari e venduto durante la metà del ‘700 al santuario della Madonna delle Grazie di Primolo a Chiesa in Valmalenco. Il nuovo bando 2017 è già disponibile online su www.ecomuseovalmalenco.it Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: ultra trail 2017

Valmalenco_CiazDeFura_Cascata_M.Disgrazia14-1920-e1498044627330

La manifestazione sportiva oltre alla prova individuale da 87km (6900m D+) e una formula staffetta a 3 elementi (31km – 39km – 17km), è prevista una competizione di mountain running con partenza dal capoluogo sondriese e arrivo al village race di Caspoggio.

I giorni in cui si svolgerà saranno venerdì 25, sabato26 e domenica27 Agosto, le iscrizioni sono apert e i primi feedback positivi. Dopo avere preso visione del percorso gara i delegati dell’International Trail Running Association hanno decretato che l’anello che andrà a toccare ben 15 rifugi e che prevede 4 scollinamenti oltre quota 2.600m, varrà ben 4 punti ITRA.

Programma:
Venerdì ore 24.00: partenza gare;
Sabato ore 10.00: presunta arrivo 1ª staffetta
Sabato ore11.00: presunto arrivo primo atleta gara lunga
Sabato sera: aspettando l’ultimo concorrente, festa & musica dal vivo;
Domenica mattina: gara non competitiva aperta a tutti con partenza da Sondrio

Saranno presenti 120 volontari disposti sul percorso, 30 del soccorso alpino lombardo (CNSAS) e del soccorso alpino della guardia di finanza (SAGF) ed anche 9 medici e diversi operatori della Croce Rossa Italiana, coordinati da una sede operativa con base a Caspoggio. Fonte: valtellinanews.it