Tutti gli articoli di Cristina

LANZADA: La “Festa dei Sampugn”

[12:10, 25/2/2019] Aaaa Mau Asus: La “Festa dei Sampugn” torna come ogni anno il 1° marzo per iniziativa di E20 Lanzada in collaborazione con l’Amministrazione comunale, il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco, i volontari dei gruppi Alpini e Antincendio di Lanzada. Alle 14.30 famiglie e bambini si ritroveranno a Tornadri per la sfilata lungo le vie del paese al suono dei ‘sampugn’, i campanacci, per chiamare l’erba e risvegliare la natura negli ultimi giorni d’inverno. La sfilata si concluderà al centro sportivo Zenith Pradasc dove ad attendere i partecipanti ci sarà una cioccolata calda. La sera il ritrovo è fissato alle 19.30, presso i ristoranti Mirage ed Edelweiss, per la tradizionale cena con polenta taragna e salsicce.
+39 333 768 8562

La “Festa dei Sampugn” torna come ogni anno il 1° marzo per iniziativa di Lanzada in collaborazione con l’Amministrazione comunale, il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco, i volontari dei gruppi Alpini e Antincendio di Lanzada. Alle 14.30 famiglie e bambini si ritroveranno a Tornadri per la sfilata lungo le vie del paese al suono dei ‘sampugn’, i campanacci, per chiamare l’erba e risvegliare la natura negli ultimi giorni d’inverno. La sfilata si concluderà al centro sportivo Zenith Pradasc dove ad attendere i partecipanti ci sarà una cioccolata calda. La sera il ritrovo è fissato alle 19.30, presso i ristoranti Mirage ed Edelweiss, per la tradizionale cena con polenta taragna e salsicce. Fonte :https://www.sondrioevalmalenco.it/it/evento/festa-dei-sampugn

Valmalenco: Circuito Schena due titoli regionali in Valtellina

A Schilpario gli under 14 Vanessa Comensoli e Nicholas Rocca si sono laureati campioni nella gimkana sprint. Sul podio anche Salvadori, Ponti e Nani

CroppedImage720439-sci-nordico

Il calendario e le condizioni climatiche sfavorevoli hanno fermato per due weekend consecutivi gli atleti dello sci alpino impegnati nel Circuito Franco Schena Generali ma non quelli del fondo. Rinviate le gare di slalom gigante di Chiesa in Valmalenco, riservate ad allievi, ragazzi, cuccioli e baby, in programma sabato 2 e domenica 3 Febbraio, a Schilpario si è svolta regolarmente la gimkana cross a tecnica libera, che domenica scorsa ha visto impegnati oltre 150 atleti.

Per le categorie under 14 e under 16 la prova sprint assegnava i titoli regionali: gli atleti valtellinesi non hanno sfigurato conquistando due primi posti, con Vanessa Comensoli e Nicholas Rocca campioni regionali, e tre podi.

Tra le allieve ha vinto Lucia Isonni, Sci Sclub Schilpario, su Giulia Negroni, Sci Club 13 Clusone, e su Manuela Salvadori, Polisportiva Le Prese. Tra i pari età maschi doppietta dello Sci Club Primaluna con Aksel Artusi primo e Federico Bergamini secondo, al terzo posto si è classificato Giacomo Ponti dello Sporting Club Livigno.

Nella categoria under 14 ragazzi femminile la vittoria è andata a Vanessa Comensoli, Polisportiva Le Prese, davanti a Giulia Corti, Nordico Varese, e a Gemma Nani, Polisportiva Valmalenco. Nicholas Rocca, Sporting Club Livigno, si è imposto tra i pari età maschi, secondo posto per Davide Negroni, Sci Club 13 Clusone, terzo per Gabriele Matli, Sci Club Valle Antigorio.

Nella categoria super baby, riservata agli sciatori con meno di 8 anni, hanno vinto Elisa Bonacorsi, Sci Club Gromo, e Marzio Milesi, Sci Club Roncobello. Piazze d’onore rispettivamente per Alessandra Curti, Sci Club Roncobello, e Chiara Bacilieri, Sci Club Cunardo, tra le bambine, ed Enea Andreola, Sci Club Alta Valtellina, e Marco Combi, Sci Club Primaluna, tra i maschi. Nell’under 10 femminile si è imposta Aurora Invernizzi, Nordik Ski Valsassina, che ha battuto Ines Negroni, Sci Club 13 Clusone, ed Emma Fantoni, Sci Club Ardesio. Tra i maschi primo posto per Massimo Bonacorsi, Sci Club Gromo, secondo per Oscar Axel Gianola, Nordik Ski Valsassina, terzo per Dario Clementi, Sci Club Alta Valtellina. Bottino pieno per lo Sci Club Alta Valtellina fra i cuccioli con le vittorie di Stella Giacomelli e di Daniel Pedranzini. Tra le bambine sul podio sono salite anche Silvia Santus, Sci Club Clusone, e Giada Zenoni, Sci Club Ardesio; tra i maschi Gabriele Bonandrini, Sci Club Gromo, e Pietro Zanoli, Sci Club Alta Valtellina. Infine, nella gara che riuniva giovani e seniores primi posti per Paola Beri, Nordik Ski Valsassina, tra le donne, e Luca Lanfranchi, Sci Club Valgandino, tra gli uomini.

Il prossimo appuntamento con il Circuito Franco Schena Generali è per domenica 10 Febbraio, a Bormio, con lo slalom gigante riservato alle categorie cuccioli e baby. Ragazzi e allievi torneranno in pista il weekend successivo a Santa Caterina Valfurva, così come gli atleti del fondo che saranno impegnati a Primaluna. Fonte: valtellinanews.it

Valtellina: Skialp della Valle di Rezzalo 2019 – Sondalo

received_380640919161561

Alle porte del Parco Nazionale dello Stelvio lo Sci Club Sondalo ha proposto un’edizione per le giovani leve…
Giovani leve in pista, sulle nevi sondaline per la gara valevole per l’assegnazione dei titoli lombardi giovanili 2019. Poche sorprese alla Skialp valle di Rezzalo con Giovanni Rossi e Samantha Bertolina sempre sul gradino più alto del podio. Tra i cadetti vincono e convincono Nicole Valli e Luca Tomasoni.
Classifica alla mano nella graduatoria cadetti Nicole Valli dell’Albosaggia è riuscita a mettere dietro Noemi Gianola del Premana e Camilla Ricetti del Sondalo. Tra i pari categoria al maschile sigillo del bergamasco Luca Tomasoni del Presolana su Rocco Baldini dell’Albosaggia e Marco Salvadori dell’Adamello Ski Team.

received_2286069611664899

In gara junior Samantha Bertolina dell’Alta Valtellina ha avuto vita facile sulla compagna di club Katia Mascherona. Terzo posto di Michela Scherini dell’Albosaggia. Al maschile la Rossi’s family ha dato spettacolo con Giovanni Rossi del Lanzada davanti a Alessandro Gadola del Valtartano e Alessandro Rossi del Lanzada.
A Sondalo hanno corso anche i Promozionali. Nella categoria Allievi successo di Irene Gianola e Mirko Sangalli, tra i Ragazzi sigillo di Giulia Visinoni e Federico Pacchiarini entrambi dello Sci 13 Clusone. Fonte: sportdimontagna.com

Valmalenco: A tu per tu con un mito, gli innamorati del rugby hanno travolto O’ Kelly

a-tu-per-tu-con-un-mito-gli-innamorati-del-rugby-hanno-travolto-o-kelly_e3095e5a-3319-11e9-9ebc-4fe5266cce6b_998_397_original

Alle 19 si è presentato al centro sportivo di Vassalini accompagnato dalla moglie Stephanie e i suoi tre figli e subito si è concesso per firmare autografi e scattare foto ricordo con i tanti bambini presenti, alcuni dei quali – come Stefano, otto anni – giocatori del Sondrio rugby.

È stato un successo la festa degli innamorati del rugby organizzata la sera di San Valentino al Bar Sport di Chiesa in Valmalenco. L’ospite d’onore era Malcom O’ Kelly, ex gigantesca seconda linea della nazionale irlandese tra gli anni Novanta e Duemila, due metri e tre centimetri di altezza. Alle 19 si è presentato al centro sportivo di Vassalini accompagnato dalla moglie Stephanie e i suoi tre figli e subito si è concesso per firmare autografi e scattare foto ricordo con i tanti bambini presenti, alcuni dei quali – come Stefano, otto anni – giocatori del Sondrio rugby.

Per ogni appassionato di uno sport nobile come il rugby O’ Kelly – che oggi ha quarantaquattro anni – è un vero mito: è stato per un certo periodo di tempo il giocatore con più presenze nella nazionale irlandese, novantadue; e ha fatto parte dei British and Irish Lions, una selezione internazionale di rugby a 15, espressione delle quattro federazioni delle isole britanniche: Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda; in pochi possono dire di avere indossato la maglia dei Lions e chi ci riesce entra nella leggenda.

«Sono venuto a Chiesa per la prima volta sette anni fa – ci dice sorridendo -, su suggerimento di un mio amico giornalista che era venuto qui a sciare su invito di Davide Lenatti, un maestro della Scuola sci della Valmalenco, colui che si è dato un gran da fare per portarmi qui. Mi è piaciuta subito moltissimo e ho deciso di tornare con i miei figli e mia moglie. Davide è davvero una brava persona e grazie a lui abbiamo imparato a sciare. Le piste sono bellissime, il panorama è splendido, il paese è “lovely” (delizioso) e mi piace molto passeggiare per il centro. La gente è cordiale e molto ospitale con me e la mia famiglia. Il cibo è eccezionale e anche la birra è buona. Ci tornerò ancora, perché è una località adatta alle famiglie».

Alla serata c’era anche la prima squadra del Sondrio rugby: per il pilone Pietro Ciapponi «incontrare Malcom O’ Kelly è una grande emozione, per noi è un mito. Vederlo qui fa bene al movimento rugbistico della Valtellina, ed è un bellissimo spot per l’immagine della valle intera».
Per il dirigente della squadra Fabrizio Piazza «fa piacere avere qui un campione di questo calibro. Oltre che per omaggiarlo, siamo qui stasera per cercare di gettare le basi per una collaborazione con le squadre di rugby irlandesi. O’ Kelly ha tanti contatti e vorremmo ripetere l’esperienza fatta un paio di anni fa quando ospitammo alcune squadre inglesi per il ritiro pre campionato. Sarebbe bello avviare una collaborazione e fare in modo che alcune squadre irlandesi possano venire a fare dei campus estivi nelle nostre strutture, che sono moderne e all’avanguardia». — Fonte: laprovinciadisondrio.it

Lanzada: Idroelettricamenteneve gran finale il 7 Febbraio

Sei classi e oltre cento alunni per scolpire blocchi di neve e trasformarli in sculture

CroppedImage720439-IMG156

Il concorso Idroelettricamenteneve, lanciato dal Conzorzio Bim dell’Adda l’autunno scorso per il sesto anno consecutivo, vivrà il suo epilogo giovedì 7 Febbraio, a Lanzada, con la giornata finale che vedrà oltre un centinaio di alunni delle scuole primaria e secondaria di primo grado sfidarsi in una gara di creatività e di abilità. Seguiti da alcuni scultori, saranno chiamati a trasformare in una scultura di neve di grandi dimensioni il modellino realizzato in argilla.

Per le sei classi finaliste, scelte fra le 35 che avevano partecipato alla fase eliminatoria, ci sono cinquemila euro in palio da dividersi: 1400 per la prima, 1200 per la seconda, 900 per la terza, 700 per la quarta, 500 per la quinta e 300 euro per la sesta classificata.

Tra le sei finaliste figurano due classi della secondaria di primo grado, le prime di Valdisotto e di Dubino, e quattro della primaria: la quinta B della Bruno Credaro di Sondrio, la quarta di Tresivio, la quinta B della Marinoni di Tirano e la pluriclasse di Madesimo.

Dalla loro fantasia sono nati dei modellini che rappresentano draghi, muffin, aquiloni, sfere, gufi e montagne. Questi sei sono stati i più apprezzati dalla commissione che ha valutato i lavori presentati dalle 35 classi che hanno partecipato al concorso. Tra dicembre e gennaio nelle scuole sono stati organizzati dei laboratori con un esperto che ha insegnato agli alunni come sviluppare il tema scelto per questa edizione: i quattro elementi, terra, aria, acqua e fuoco. La larga adesione conferma il gradimento delle scuole nei confronti di un’iniziativa che coinvolge gli alunni partendo dalla riflessione sull’importanza dell’acqua fino all’elaborazione di un progetto e alla sua realizzazione.

Tra gli alunni c’è grande attesa per una giornata da vivere sulla neve da protagonisti: verso le ore 9 di giovedì 7 Febbraio raggiungeranno il centro Pradasc, dove verrà allestito il campo gara con i blocchi di neve da scolpire a cura del Comune di Lanzada. Bambini e ragazzi, accompagnati dai loro insegnanti e seguiti da alcuni scultori, lavoreranno per tutta la mattina. Dopo il pranzo ristoratore riprenderanno nel pomeriggio per ultimare i loro lavori e attendere il responso della giuria. Le premiazioni si terranno alle ore 15.45.

Subito dopo, l’associazione E20 Lanzada preparerà una gustosa merenda con tè e cioccolata calda a conclusione della giornata. Per tutti sarà una giornata da vivere all’aria aperta, fuori dalle aule, e una bella esperienza da condividere con coetanei provenienti da altre zone della provincia di Sondrio. Nessun costo per gli istituti scolastici né per le famiglie degli alunni coinvolti: il Bim ha offerto i laboratori e sostenuto le spese per il viaggio e per il pranzo di tutti i partecipanti e degli accompagnatori. Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: Le piste imbiancate

Temperature sotto lo zero e tanta neve: la foto dalle piste della Valmalenco.

valmalenco-neve-719531.610x431

Nella Ski Area Valmalenco si sono registrate temperature che variavano da –10 a meno –3 (sempre in provincia di Sondrio, a Livigno nei giorni scorsi la colonnina di mercurio è scesa a -22 e a -24 a Santa Caterina Valfurva). Temperature ideali per “sparare” neve. Le piste da sci al momento sono quasi completamente aperte (è chiusa solo la Thoeni). Fonte: www.varesenews.it

Ganda: Giochi Invernali Trapiantati e Dializzati a Pradasc

IN VALMALENCO APRE L’ANELLO DEL FONDO E SI PROSPETTANO GIORNI DI GARE SPETTACOLARI
Pista-di-fondo-Pradasc-Lanzada

Aperta a Lanzada la pista di fondo in località Pradasc, l’unica disponibile a media quota in tutta la Valtellina. Un anello di 1.200 metri illuminato anche la sera (dalle 17:30 alle 23), con la possibilità di noleggio attrezzature e corsi di fondo per principianti affidati alla Polisportiva Valmalenco. Sempre al Pradasc sono aperti anche la pista di pattinaggio su ghiaccio (14:30-17:30 e 20:30-23), la parete di arrampicata artificiale e l’area camper attrezzata.
Mancano pochi giorni invece al via dei “Giochi Invernali Trapiantati e Dializzati 2019”, che si svolgeranno a Chiesa in Valmalenco dal 27 gennaio al 3 febbraio. Una settimana ricca di appuntamenti e iniziative di sport e promozione per la donazione di organi e il trapianto. Sabato 2 febbraio il momento più atteso con lo slalom gigante in cui trapiantati e dializzati sfideranno medici e personale di Nefrologia e Trapianto.
Spostandoci a Caspoggio, ma restando in Valmalenco, domenica 27 gennaio in programma il “Trofeo Gino Berniga”, gara scialpinistica in calendario dal 2009 e che quest’anno sarà nella modalità sprint race riservata alle categorie giovanili junior, cadetti e promozionali. Fonte: mi-lorenteggio.com

Valmalenco: Rifugio Zoia

A soli cinque minuti a piedi dal parcheggio auto, il Rifugio Zoia si trova nel cuore dei monti Gruppo del Bernina, in una posizione che regala un panorama unico sul paesaggio della Valmalenco. La struttura è stata recentemente ristrutturata e offre, oltre ai tradizionali cameroni, anche camere con bagno privato e riscaldamento. Dal rifugio partono numerosi sentieri che in estate permettono di raggiungere, attraverso fantastici percorsi di trekking, gli altri rifugi della Valmalenco, gli alpeggi, i laghi e le vette del Gruppo del Bernina. In inverno è il luogo ideale per le ciaspolate e per lo sci alpinismo.A soli cinque minuti a piedi dal parcheggio auto, il Rifugio Zoia si trova nel cuore dei monti Gruppo del Bernina, in una posizione che regala un panorama unico sul paesaggio della Valmalenco.
La struttura è stata recentemente ristrutturata e offre, oltre ai tradizionali cameroni, anche camere con bagno privato e riscaldamento.
Dal rifugio partono numerosi sentieri che in estate permettono di raggiungere, attraverso fantastici percorsi di trekking, gli altri rifugi della Valmalenco, gli alpeggi, i laghi e le vette del Gruppo del Bernina.
In inverno è il luogo ideale per le ciaspolate e per lo sci alpinismo.
1687f09f4dc281b129007f1ef91320aa Fonte: valtellina.it

Valmalenco: un’occhiata agli eventi 2019

Passate le feste tra Sondrio e Valmalenco si inizia a dare uno sguardo non solo alle attività, ovviamente invernali, previste in gennaio, ma anche a cosa ci aspetta nel 2019.

37458501

Passate le feste tra Sondrio e Valmalenco si inizia a dare uno sguardo non solo alle attività, ovviamente invernali, previste in gennaio, ma anche a cosa ci aspetta nel 2019. L’estate è lontana, ma è già tempo di pensare al “Cantù Basket Camp”: ufficiali le date del “Mountain Camp”. Dal 30 giugno al 6 luglio a Chiesa in Valmalenco e Caspoggio, per i nati dal 2001 al 2011, dove … Fonte: monzaindiretta.it

Lanzada: Skialp crono della Befana

Nella gara in rosa l’azzurrina Giulia Murada sale sul gradino più alto del podio…

C’è la prestigiosa griffe di un grande campione al 15° Trofeo Massimo Picceni, la crono ascesa malenca proposta dalla Sportiva di Lanzada. Alla corte di Serafino Bardea, sul percorso di riserva altamente scenografico di Campagneda, si sono presentati un centinaio di atleti. Tra loro grandi campioni e giovani promesse in cerca di primi responsi in vista di una lunga e intensa stagione di gare.
IMG_0217

IMG_0226

IMG_0286

IMG_0116 Fonte: sportdimontagna.com