Archivi categoria: Cultura

Chiuro: L’organizzazione del Grappolo d’Oro di Chiuro pronta per la manifestazione 2017

Grappolo d'Oro di Chiuro

Proseguono i preparativi a Chiuro per il 34° “Grappolo d’Oro”, quest’anno in calendario dall’8 al 17 settembre (programma).
Mentre la pagina facebook dell’evento ( http://www.facebook.com/grappolodorochiuro ) si appresta a superare quota 1.000 fan, a dimostrazione dell’interesse che suscita la manifestazione, l’organizzazione fa il punto sulla situazione.

Tiziano Maffezzini – Sindaco di Chiuro
“Lo sforzo organizzativo è notevole, ma la soddisfazione viene ripagata dagli ospiti che partecipano ai tanti eventi del Grappolo, che vediamo come strumento di promozione del territorio soprattutto fuori dai confini provinciali. In questo senso la comunicazione è l’aspetto nel quale ci stiamo impegnando maggiormente e crediamo che il ritorno mediatico che ne traiamo sia a vantaggio di tutti. Il paese ha tante anime e mille sfaccettature che in questa festa vi invitiamo a scoprire. Anche i cittadini di Chiuro e Castionetto sempre più dimostrano di apprezzare le scelte qualitative della manifestazione e questo non può che farci piacere”.

Donatella Moretti – Presidente Pro Loco Comune di Chiuro
“Di fronte ad un impegno come quello richiesto dal predisporre un evento del genere le aspettative non possono che essere alte. Anche per questo cerchiamo di puntare sulla qualità dell’appuntamento e non solo sull’aspetto culinario, in stretta sinergia con l’Amministrazione Comunale che ci aiuta non solo sostanzialmente, ma anche operativamente. Ma tutto ciò non sarebbe possibile senza i nostri volontari, che nell’arco dell’evento arrivano a toccare il centinaio di persone coinvolte. Senza dimenticare le altre associazioni e attività del paese e non che collaborano per la buona riuscita della rassegna, che gode del patrocinio della Provincia di Sondrio: Coro Montagne Mie, Assocazione Amici degli Anziani, Viale della Formica, Gruppo Sportivo, Biblioteca Comunale “Luigi Faccinelli”, Protezione Civile, Gruppo Alpini, case vinicole e ristoranti di Chiuro, Consorzio Tutela Vini Valtellina, Associazione Valtellina Intagliatori, Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco.
Fondamentale il contributo di Bim e Comunità Montana Valtellina di Sondrio e degli sponsor privati: Latteria di Chiuro, Paganoni Bresaola, CLR, MIDA, Dolciaria Valtellinese, Mobilificio Botacchi, Folini Arredamenti, Publihouse, OSAM”.

Lanzada: capitale della musica elettronica, arriva il Dreamland Music Festival 18 e 19 Agosto

IMG_8898-800x450

La Valmalenco non è un paese (solo) per vecchi. Ne sono convinti e pronti a dimostrarlo Alessandro Negrini e Stefano Faldrini. Due giovani malenchi che hanno deciso di portare a Lanzada il Dreamland Music Festival, uno degli eventi musicali della scena elettronica più importanti d’Italia con ospiti famosi e internazionali.

Nella settimana di Ferragosto
Venerdì 18 e sabato 19 agosto 2017 si svolgerà al campo sportivo di Pradasc a Lanzada il Dreamland music festival. Due giorni di musica che sapranno accontentare tutti. “Abbiamo deciso di dividere l’evento in due giornate per allargare l’offerta e coinvolgere più pubblico” hanno spiegato gli organizzatori. Fonte: giornaledisondrio.it

Caspoggio: Assegnati i premi per le “Tesi di laurea sulla Valmalenco 2016”

CroppedImage720439-Premiazione-Francesco-Della-Ferrera
Le tesi in concorso erano cinque, due si sono aggiudicate il premio come migliori “Tesi di laurea sulla Valmalenco 2016”. Una tesi triennale dal titolo “Alcune revisioni etimologiche del gergo calmùn” di Francesco Della Ferrera di Chiuro, Laureatosi presso la facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università di Bergamo, che ha esaminato e approfondito 160 termini del calmùn, quel gergo per secoli utilizzato dai magnàn di Lanzada, ovvero i calderai che durante l’inverno viaggiavano lungo tutto l’arco alpino offrendosi come riparatori e stagnatori di paioli, utilizzando tra di loro questo caratteristico linguaggio al fine di non essere compresi da altri.

La tesi di dottorato dal titolo “Gli organi Ligari, caratteristiche, contesto ed evoluzione storica” è il poderoso elaborato con cui Emanuele Ghelfi, lecchese, si è aggiudicato l’altro premio per la puntuale e approfondita analisi svolta sulle interessanti ed intriganti vicende che hanno riguardato uno dei due organi a canne costruiti dall’eclettico artista sondriese Pietro Ligari e venduto durante la metà del ‘700 al santuario della Madonna delle Grazie di Primolo a Chiesa in Valmalenco. Il nuovo bando 2017 è già disponibile online su www.ecomuseovalmalenco.it Fonte: valtellinanews.it

Lanzada: lego una passione che non conosce età

Sabato 15 e domenica 16 Luglio l’associazione ValtBricksdi Montagna in Valtellina organizza , in collaborazione con il comune di Lanzada e E20Lanzada, “Mattoncini in Valle a Lanzada”, affascinante esposizione di opere con i mattoncini Lego. La mostra sarà allestita presso la palestra della scuola primaria di Lanzada con apertura al pubblico dalle ore 15 alle 19.30 e dalle 21.30 alle 23.45 (sabato) e dalle ore 10 alle 20 (domenica).

CroppedImage720439-IMG-3156

E’ previsto anche un concorso per i bambini e i ragazzi – suddiviso in due fasce di età: 0-8 anni e 9-14 anni, dove ciascuno potrà presentare una creazione di fantasia in Lego, che sarà valutata e votata dai visitatori. I primi tre classificati delle due fasce di età saranno premiati con un set Lego a testa offerto dal comune di Lanzada; tutti i lavori saranno esposti contemporaneamente all’apertura della mostra. Uno spazio della mostra sarà inoltre dedicata ai bambini, che avranno a loro disposizione scatole di Lego con tutti i pezzi smontati per poter imparare a ricostruire il set seguendo le istruzioni o inventandone di nuovi.

Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: mille anni e non sentirli

alta-valmalenco-mille-anni-e-non-sentirli-pronto-il-sentiero-verso-il-laric_e95bbf58-4187-11e7-905e-fff3a3552816_998_397_big_story_detail

Era un giovanotto all’epoca della Prima Crociata nel 1096 e, quando nel 1492 Cristoforo Colombo si imbarcò per la sua avventura americana, era un’arzillo vegliardo. Ma è ancora vivo. In discreta salute è a tutt’oggi, il larice più vecchio, con età certa, presente in Italia.

Un “tesoro” custodito nell’Alta Valmalenco, di cui ieri è stato presentato il sentiero che sale in Val Ventina, illustrato in un opuscolo scritto a più mani, dalla Comunità montana di Sondrio, il Cai della Valmalenco, il dipartimento Territorio e sistemi agro-forestali dell’Università di Padova, il Consorzio turistico Sondrio Valmalenco, con il distretto del Commercio malenco.

Fonte: .laprovinciadisondrio.it

Valmalenco. l’albero più vecchio d’Italia

Larice-millenario-della-Valmalenco-e1493880270515

In Valmalenco alcuni anni fa è stato scoperto un tesoro della natura: un gruppo di larici e cembri in Val Ventina con oltre 500 anni di vita alle spalle, capitanati da un larice millenario. Quest’ultimo, ancora vivo e in buona salute, rappresenta a tutt’oggi l’albero più vecchio in Italia, con età certa, e tra i più vecchi in Europa. Un albero speciale quindi, sopravvissuto per oltre un millennio alle severe condizioni dell’alta quota, con tanto da raccontare. Da qualche anno infatti alcuni ricercatori universitari stanno studiando l’area interessata per conoscere, ridefinire e trascriverne la storia, risalendo innanzi tutto all’età esatta del larice, che secondo gli studiosi è in vita dal 1007, ma anche realizzando un opuscolo informativo in distribuzione presso gli uffici del Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco o visibile sul sito. Ma la vera bellezza sta nella visita dal vivo. Per raggiungere il larice millenario sono sufficienti 30 minuti dai rifugi Gerli e Ventina. Una facile escursione lungo un percorso panoramico: un luogo, selvaggio e solitario, che invita a riflettere sulla natura delle cose, sulla vita e il tempo che corre.

Fonte: ilmetropolitano.it

Valmalenco : Don Renato Lanzetti è stato nominato dal vescovo Oscar nuovo vicario generale della Diocesi.

Nomine_Vescovo_Oscar-384x253

Al termine della S. Messa crismale che si è svolta in Cattedrale a Como, il vescovo Oscar Cantoni ha preso la parola per annunciare agli oltre trecento sacerdoti presenti e ai fedeli le nuove nomine.
La decisione arriva, ha precisato il Vescovo, al termine di un periodo ricco ed interessante di ascolto dei vari vicariati che è avvenuto da Natale ad oggi.
Dal 1° settembre 2017 il nuovo vicario generale della diocesi sarà don Renato Lanzetti, attuale parroco di Grosio.

Fonte: settimanalediocesidicomo.it

Sondrio, Valmalenco: Maggio, un mese tra sport, tradizioni e natura tra Sondrio e Valmalenco

SetHeight439-Centro20storico20di20Chiuro

Il 21 Maggio, si svolgerà la “40ª Ponte in Fiore” mostre, concerti, conferenze, teatro, musica, folclore e sport nell’Atene della Valtellina. Sabato doppio appuntamento con le miniere della Valmalenco. Con “Una notte in Miniera” si potrà visitare la miniera dismessa di Lanzada, la “Bagnada”, seguita da cena tipica, oppure si potrà approfittare della visita guidata gratuita alla miniera attiva, sempre a Lanzada, la “Brusada Ponticelli”.
Il weekend successivo si gioca a golf nel centro storico di Sondrio e nel vicino Golf Club Valtellina con Street Golf Sondrio.

Fonte: valtellinanews.it