Archivi tag: Valmalenco

Valmalenco: Tanti eventi prima, durante e dopo Pasqua tra Sondrio e Valmalenco

Miniera della Bagnada Lanzada Valtellina-2

Tanti eventi prima, durante e dopo Pasqua tra Sondrio e Valmalenco
Arriva la settimana di Pasqua e tra Sondrio e Valmalenco non mancheranno appuntamenti per tutti i gusti prima, durante e dopo le festività pasquali, in grado di richiamare l’attenzione dei turisti e non solo, con un primo sguardo anche sull’estate. Fonte e dettagli: sondriotoday.it

Chiesa Valmalenco: Pista Bocchel del Torno (o Pista Sasso Nero)

pistasassonero

La Pista Bocchel del Torno (o Pista Sasso Nero) è una delle piste più famose e maggiormente frequentate della Skiarea di Chiesa in Valmalenco (So)
Oltre che con il nome di Bocchel del Torno (nome utilizzato per l’omonima seggiovia che serve la pista) è conosciuta anche come Pista Sasso Nero, per via della Montagna Sasso Nero (3000 mt.) che sorge alle spalle.
La Pista a nostro avviso è uno dei tracciati più divertenti di Chiesa Valmalenco, la raggiungiamo tramite la Pista Rossa di Campolungo deviando sulla nostra sinistra prima di raggiungere il Dosso dei Vetti (1850 mt.)
Dopo aver presola Seggiovia Bocchel del Torno (2400 mt.) il tracciato inizia con pendenza molto lieve, superato questo tratto iniziale abbiamo una netta curva a destra che ci introduce sul tratto centrale e più pendente della pista.
Le pendenze sono abbastanza marcate ma nonostante questola lunghezza del pendio è modesta.
Superato questo tratto la pista piega a sinistra e prosegue con pendenza molto leggera ( quasi un azzurra), prima di arrivare alla base della seggiovia è presente un’altro piccolo muretto finale.

Fonte: saliinvetta.com

Valmalenco: “Storiche attività”: 9 eccellenze in Valmalenco

pistasassonero

“Storiche attività”: 9 eccellenze in Valmalenco
Il riconoscimento di Regione Lombardia a chi ha saputo adeguarsi ai tempi, salvaguardando la tradizione

50 anni di attività, anche se non continuativa, conservazione della medesima merceologia ed insegna e, possibilmente, conservazione della stessa gestione, nonché sede fisica. I requisiti richiesti da Regione Lombardia per il riconoscimento di “Storica Attività”. Un premio a chi ha saputo adeguarsi ai tempi, salvaguardando la tradizione. Un merito a chi ha creato con il proprio servizio un valore duraturo per la comunità in cui ha operato e continua ad operare.

Fonte e lista attività: sondriotoday.it

Valmalenco: dal 3 al 7 aprile i Campionati Mondiali Juniores di Freestyle

lb_IMG_7358_s

Dopo il successo avuto a Milano con Big Air in the city, la Valmalenco torna ad essere teatro di spettacolari evoluzioni da parte dei migliori atleti Juniores e dei grandi Big del mondo del Freestyle.

Dal 3 al 7 aprile all’Alpe Palù si terranno i Campionati Mondiali Juniores di Freestyle. Mancano ancora le ultime iscrizioni di alcuni degli “squadroni” che, negli anni passati rappresentavano i Team Nazionali più agguerriti, ma già oggi l’Ufficio Gare del Mondiale FIS Freestyle Ski 2017 registra numeri davvero considerevoli: oltre 250 atleti accreditati che rappresentano 19 Nazioni.

Confermato il Team USA (che negli ultimi due anni si sono aggiudicati il trofeo “Marc Hodler” per il miglior risultato a squadre), il team Svizzero, tedesco, canadese, francese ed austriaco, solo per citare i gruppi più consistenti: numeri che parlano chiaro e promettono battaglia specie nelle prove più “tecniche”.

Per quanto riguarda le prove più “acrobatiche” come gli Aerials, non mancheranno i dominatori delle ultime edizioni: la forte Nazionale Kazaca ha confermato la presenza, ma si attende ancora la lista ufficiale dei partecipanti.

A meno di un mese dall’apertura ufficiale dell’evento il Comitato Organizzatore della Valmalenco ha già avviato i motori e sta preparando un’accoglienza all’altezza delle aspettative della carovana FIS, che ogni anno apprezza il clima umano e le doti di ospitalità di tutta la comunità della Valle.

Non di secondaria importanza, la preparazione delle piste e delle infrastrutture: dopo un avvio parco di neve “natural”, questa seconda parte di stagione ha finalmente preso la svolta auspicata concedendo un ottimale innevamento. Ad oggi la ski-area dell’Alpe Palù a Chiesa Valmalenco vanta condizioni di massima godibilità che consentiranno di preparare al meglio le infrastrutture necessarie.  Dal park per lo Slopestyle, come i tracciati veloci per lo Skicross o quelli tecnici per le gobbe “Moguls”, gli uomini delle piste Malenche e gli esperti Shaper sono già al lavoro confidando di poter disporre di tanta e buona materia prima che in Valmalenco non manca mai: la neve.

Fonte:
neveitalia.it

Valmalenco: I migliori rider del mondo

CroppedImage720439-Valmalenco20Aerials20Junior20World20Championships20FIS20Freestyle20SKI202015

Oltre 600 partecipanti da 29 nazioni, con le novità Thailandia e Isole Bermuda

La Valmalenco è pronta ad ospitare le giovani promesse degli sport invernali più spettacolari del circo bianco, che si daranno battaglia sulla neve per i titoli Mondiali Junior FIS. Da venerdì 30 Marzo, fino a venerdì 7 Aprile, gli scenari mozzafiato delle montagne valtellinesi torneranno ad essere “mondiali” con il Campionato FIS Freestyle Ski Junior. I migliori rider del mondo, che hanno dato spettacolo negli anni passati sulle nevi dell’Alpe Palù, a partire dalle World Cup Grand Finals FIS del 2008, tornano in provincia di Sondrio con salti ed esibizioni, sciate, spettacolo e divertimento.

Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: «Ero nel punto giusto Loro purtroppo no»

ero-nel-punto-giusto-loro-purtroppo-no_29bf83c8-0db1-11e7-9f1b-4ae9ffbaced9_998_397_big_story_detail

La commozione dell’amico sopravvissuto alla tragedia in Alta Valmalenco. «La neve era poca: un crostone staccatosi dall’alto»
«Mi dispiace tanto per le famiglie». Fa fatica a parlare Roberto Lenatti, l’uomo di Chiesa in Valmalenco che venerdì ha visto morire sotto i propri occhi gli amici Pietro Luigi Pellegrini e Luciano Bruseghini alle pendici dello Scerscen. La valanga che ha travolto i suoi compagni di escursione lo ha risparmiato, ma quando i soccorritori venerdì lo hanno raggiunto in quota per riportarlo a valle lo hanno trovato in buone condizioni fisiche ma sotto choc per la scena a cui aveva appena assistito.

Fonte: laprovinciadisondrio.it

Valmalenco: Sci, Passo Cereda e San Giuseppe a tutto fondo”

Paola-Beri-510x777

Prosegue senza sosta l’attività per lo sci nordico, in questo fine settimana gli atleti sono stati impegnati nella due giorni di Passo Cereda a Primiero con le gare di Coppa Italia e con i campionati italiani e solo domenica a Chiesa Valmalenco con le gare regionali del trofeo Gigi Mariani.

CHIESA VALMALENCO – Domenica mattina di gare sulla pista San Giuseppe a Chiesa Valmalenco dove si è disputato il trofeo “Coppa Gigi Mariani” per tutte le categorie, tecnica classica sino ai Baby e a tecnica libera dai Cuccioli in su. Partono col piede giusto i lecchesi che vincono subito con Aurora Invernizzi (Ag Valsassina) tra le Super Baby, bronzo per il compagno di squadra Axel Oscar Gianola nella pari categoria maschile con Riccardo Bergamini (Primaluna) al 4° posto e Michele Bellati (Ag Valsassina) al 6°. Podio col 2° posto per Maria Invernizzi (Ag Valsassina) tra le Baby con Alice Maroni (Primaluna) al 4° e Maddalena Camozzini (Primaluna) al 7°. Nella Baby maschile 7° posto per Giovanni Valsecchi (Ag Valsassina), 8° per Marco Colombo (Primaluna) e 11° per Jacopo Artusi (Primaluna). Si risale sul podio tra i Cuccioli col 3° posto di Camilla Crippa (Primaluna) seguita dalla compagna Sophia Artusi al 6°, dalla coppia dell’Ag Valsassina, Giulia Ticozzi e Maria Jasmin Gianola al 7° e 8° posto. Nella pari categoria maschile 9° posto per Pietro Valsecchi (Ag Valsassina).

Fonte: lecconotizie.com

Valmalenco: Ultra Trail 2017

VUT, tre semplici lettere per un grande progetto. La presentazione ufficiale a operatori turistici, rifugisti e autorità locali è prevista per l’inizio della prossima settimana, ma il primo Valmalenco Ultra Trail è già molto di più di una linea rossa su una cartina.
Il neonato comitato organizzatore, nel quale figurano atleti e professionisti del settore con esperienza maturata sul campo nell’ambito di competizioni estive e invernali di livello nazionale e internazionale, ha infatti già fissato date, contattato atleti e previsto un dettagliato piano di comunicazione per portare questa spettacolare competizione oltre i confini regionali e nazionali.

CroppedImage720439-Valmalenco-GhiacciaioDiFellaria-Cascata16-9399

Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: torcia olimpica!

torchrun_locandina

Mercoledì 25 gennaio, la Valmalenco ospiterà il passaggio della fiaccola olimpica dei Giochi invernali Special Olympics di Bormio del 5-10 febbraio. Alle 17, in piazza del Magnan, il sindaco Marco Negrini accenderà la fiaccola che partirà per Chiesa in Valmalenco. Alle 17.30, in piazza Santi Giacomo e Filippo, la presentazione dell’evento, il saluto delle autorità, la lettura del giuramento olimpico e l’accensione del tripode.

Fonte: sondrioevalmalenco.it

Valmalenco: Giochi Invernali per trapiantati e dializzati dal 22 gennaio

locandina-500x727

giochi-invernali-2-500x373 (1)

Un appuntamento importante attende tra pochi giorni tutti i trapiantati e dializzati che Aned, dal 1972, si propone di aiutare nell’affrontare la propria nefropatia e difendere nei propri diritti.

Attraverso il comitato speciale Aned Sport, sono organizzati, dal 22 al 29 gennaio a Chiesa Valmalenco (So), i Giochi Nazionali Invernali per trapiantati e dializzati. Questo appuntamento, che ha ricevuto il patrocinio del CONI, della Regione Lombardia e dei Comuni di Sondrio e Chiesa Valmalenco, si propone di dare un segnale forte a tutti coloro che saranno presenti perché, come scriveva già nel 1998 la fondatrice di Aned Franca Pellini “una manifestazione sportiva può essere di grande richiamo e ha un impatto immediato sulla popolazione per dimostrare, meglio di aride cifre e statistiche, la validità del trapianto”. Per tutti gli speciali atleti che calcheranno le piste sarà un momento di condivisione, di divertimento, e saranno testimonianza di come lo sport può essere motivazione per affrontare ogni sfida che la vita ci pone dinnanzi con fiducia nel futuro e come lo stesso sia fonte di beneficio fisico e psicologico dopo la malattia.

Fonte: incodaalgruppo.gazzetta.it/