Archivi categoria: Ambiente

Valmalenco: Settecentomila euro per l’ambiente fluviale

I progetti riguardano il Mallero e il Centro ittiogenico. Settecentomila euro per l’ambiente fluviale. E’ questa l’ingente somma destinata a due importanti progetti per la sistemazione del torrente Mallero e la valorizzazione degli ecosistemi acquatici della nostra provincia.
34714737

Fondazione Cariplo, Pro Valtellina e Unione pesca sportiva hanno unito le forze per rendere possibili due importanti progetti a beneficio dell’ambiente fluviale e della fauna acquatica. La presentazione delle iniziative si è svolta oggi, martedì 20 marzo, presso la sede di Pro Valtellina a Sondrio, con la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti. Il primo progetto, che è in corso di realizzazione è volto al ripristino dell’ecocompatibilità del tratto urbano di Sondrio del torrente Mallero. Un progetto che giaceva da diversi anni nel cassetto e che grazie al bando “Ambiente” del 2015 di Fondazione Cariplo è reso ora possibile. La fondazione ha finanziato l’intero intervento per una somma di 320mila euro. Fonte: giornaledisondrio.it

Valmalenco: torna la Mostra Zootecnica Mandamentale

CroppedImage720439-IMG9760-650x396

La vigilia di Pasqua una rassegna dedicata all’allevamento e alla scoperta di sapori, tradizioni e aziende agricole.
In un “turnover” ormai consolidato per la Valmalenco, la trentunesima edizione della Mostra Zootecnica Mandamentale arriva a Caspoggio sabato 31 aprile alla vigilia di Pasqua.
A partire dalle 9, nel piazzale delle scuole nel centro del paese, si inaugurerà la tradizionale rassegna dedicata all’allevamento e alle tradizioni più affascinanti del mandamento e della Valmalenco. Fonte: giornaledisondrio.it

Lanzada: sculture di neve a misura di bambino

CroppedImage720439-Neve

Un’invasione pacifica di giovani ha coinvolto il Centro Sportivo Pradasc di Lanzada martedì 30 Gennaio. Gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, provenienti da tutta la provincia, hanno partecipato al concorso “Idroelettricamenteneve” di BIM Adda Sondrio – con la collaborazione dell’amministrazione comunale di Lanzada – che li invita a realizzare tante sculture di neve.

L’evento – nato con l’intento di premiare e valorizzare la creatività e l’immaginazione degli alunni – giunge ormai alla sua quinta edizione e quest’anno il tema trattato è stato “La neve: simbologia, fiabe, storie e leggende”. Ovviamente, tale argomento viene affrontato in relazione al nostro territorio e all’importanza di tale elemento naturale in Valtellina; l’acqua che deriva dalla neve occupa, infatti, un ruolo fondamentale – anche se non solo per la Valle –, evidenziato, ad esempio, dalla produzione idroelettrica tipica della nostra zona.

La prima fase del concorso prevede una serie di laboratori nelle varie strutture scolastiche; durante le due ore di laboratorio, i ragazzi vengono istruiti da esperti sulle conoscenze necessarie per progettare un modello e poi costruire una scultura in neve.
Successivamente, la seconda parte si realizza, per l’appunto, a Lanzada con la costruzione da parte degli alunni dei loro progetti. A ogni classe partecipante è stato offerto un blocco dalle dimensioni di 1,5×1,5×1,5 metri per un totale di 3,375 metri cubi, tale cubo dovrà poi essere scolpito su tutti i lati. Fonte: valtellinanews.it

Valtellina: Botteghe storiche della Valtellina: viaggio nel tempo

WPNX-24338_iStock-174997200

Sono luoghi in cui il tempo si è fermato e sono diventate il riferimento di interi paesi: le botteghe storiche
Negozi di qualunque genere che siano gastronomie, macellerie, bar ristoranti, vinerie gestite sempre dalla stessa famiglia: questa è la caratterista che accomuna le botteghe storiche, simbolo di tradizione ed autenticità. Che ben resistono nonostante i continui cambiamenti che porta l’era moderna tra innovazioni e tendenze.
Fra cui uno di questi si trova nella nostra Valmalenco, a Vetto (Lanzada) c’è lo Spirito del 900, storica bottega e cantina della famiglia Masa dove si gustano salumi, formatti, miele e vini della Valtellina. —->>> Fonte: lastampa.it

Valmalenco: Sabato il premio Fedeltà malenca

fedeltà-malenca-800x450

La cerimonia ufficiale si tiene stasera alle 21 nella sede dell’Associazione Amici Anziani.
Premio Fedeltà malenca: la cerimonia
La cerimonia di premiazione si svolgerà alle ore 21 nella sala dell’Associazione Amici Anziani in via Roma a Chiesa in Valmalenco si terrà la cerimonia. L’iniziativa è patrocinata da Provincia, Comunità Montana e Unione dei Comuni della Valmalenco. A organizzare l’iniziativa è l’Associazione Amici Anziani. Fonte: giornaledisondrio.it

Lanzada: Dal bianco latte sull’alpe Campagneda

10520854_552304121541159_4763405338004311055_n

Torna anche quest’anno, nei mesi di luglio e agosto, l’appuntamento “… dal bianco latte!”, l’occasione per trascorrere un’originale giornata in alpeggio a stretto contatto con i caricatori d’alpe di Lanzada nello splendido scenario montano della Valmalenco, ai piedi del Pizzo Scalino.
Con ritrovo alle ore 7.30 presso l’alpe Campagneda di Lanzada, l’azienda agricola Pizzo Scalino – in accordo con l’amministrazione comunale – organizza una visita all’alpeggio con la possibilità di vivere da vicino la giornata tradizionale del caricatore d’alpe (dall’accudire la mandria di mucche e vitelli, alla mungitura con assaggio del latte appena munto, per poi passare alla lavorazione del latte e alla trasformazione in prodotti caseari tra i più apprezzati della Valtellina).

Fonte: sondrioevalmalenco.it

Valtellina: Mattarella in ricordo dell’alluvione

CroppedImage720439-resizedimage600398-200996370231464344738764083729649829071n

In attesa di accogliere, con il dovuto rispetto, il Signor Presidente della Repubblica, in occasione del Trentennale dell’alluvione della Valtellina 1987, che si terrà nella mattinata di martedì 18 Luglio a Val Pola, località Aquilone, si è tenuta la terza Riunione del Comitato di coordinamento per l’analisi e la definizione di alcuni aspetti organizzativi naturalmente, la presenza del Signor Presidente della Repubblica va presa con il beneficio d’inventario.

Fonte: valtellinanews.it

Valmalenco: mille anni e non sentirli

alta-valmalenco-mille-anni-e-non-sentirli-pronto-il-sentiero-verso-il-laric_e95bbf58-4187-11e7-905e-fff3a3552816_998_397_big_story_detail

Era un giovanotto all’epoca della Prima Crociata nel 1096 e, quando nel 1492 Cristoforo Colombo si imbarcò per la sua avventura americana, era un’arzillo vegliardo. Ma è ancora vivo. In discreta salute è a tutt’oggi, il larice più vecchio, con età certa, presente in Italia.

Un “tesoro” custodito nell’Alta Valmalenco, di cui ieri è stato presentato il sentiero che sale in Val Ventina, illustrato in un opuscolo scritto a più mani, dalla Comunità montana di Sondrio, il Cai della Valmalenco, il dipartimento Territorio e sistemi agro-forestali dell’Università di Padova, il Consorzio turistico Sondrio Valmalenco, con il distretto del Commercio malenco.

Fonte: .laprovinciadisondrio.it