Archivi categoria: Turismo

Vetto: La Sagra di Vetto 2016 il 30 Luglio

11755715_882685955147917_3942274958019316698_n (1)

La Sagra di Vetto è nata come tentativo di riportare l’originalità, la genuinità e la semplicità delle degustazioni nelle sagre paesane. Siamo giunti all’undicesima edizione e ringraziamo tutti gli affezionati della Sagra che con la loro partcipazione ci hanno permesso di raggiungere questo traguardo.
CHI SIAMO: abitanti della frazione di Vetto, e non solo, accomunati da un fortesenso di solidarietà e passione per le cose semplici.
NOVITA 2016
-Per far posto alle 20 pietanze e accogliere i sempre più numerosi ospiti, si è provveduto ad allungare ulteriormente il percorso, che con i suoi 770 metri, abbraccia tutta la frazione.
-Gemellaggio tra vettesi di Lombardia e quelli Emiliani. Una delegazione del comune di “Vetto” di Reggio Emilia ci verrà a trovare e porterà la sua specialità: gnocco fritto e Parmigiano Reggiano.

Fonte: valtellinamobile.it

Valmalenco: “Per antiche contrade”

Dal 23 luglio al 24 agosto si terrà la 4° edizione di “Per antiche contrade”, visite guidate alla scoperta dei nuclei rurali più antichi della Val Malenco.
In programma quest’anno: Bedoglio e Cucchi di Spriana, Ciappanico di Torre S. Maria, Costi e Somprato di Chiesa, il centro storico di Caspoggio e le antiche stüe, Tornadri e le calchére a Lanzada.

Le visite guidate sono gratuite.
Per info e orari clicca sulla locandina

Bedoglio

Fonte: www.ecomuseovalmalenco.it

Valmalenco: Dicembre luminoso sulle vette della Valmalenco

redim

In alto, lontani dall’aria malata dal cocktail di inquinanti della pianura e dalle tristi strisce di neve programmata, ci sono tante montagne da scalare. L’aria frizzante agevola l’avvicinamento alla Cima Occidentale di Musella (3094m), con poca neve e temperature miti per la stagione la salita è assai divertente. Oltrepassato il confine geologico della Bocchetta delle Forbici, che segna il termine di affioramento della serpentinite, si risale la cresta irregolare fatta di blocchi di gneiss, con residui lembi di neve nei tratti ombrosi segnati dalle impronte della pernice bianca.

Fonte: geosnews.com

Vetto: decimo anniversario della Sagra di Vetto!

Vetto è una frazione del comune di Lanzada in Provincia di Sondrio.
Quest’anno la Sagra di Vetto si arricchisce con due importanti eventi:
-Martedì 28 Luglio “l’aperitivo di Sagra”, visita alla “Miniera della Bagnada”
-Mercoledì 29 Luglio “l’antipasto di Sagra”, esibizione del “Coro Cai della Valmalenco” alle ore 21 nella chiesetta San Carlo di Vetto.

Per finire in bellezza, Sabato 1 Agosto 2015 dalle ore 19 “inizio della Sagra…”
A tutti auguro un buon divertimento !!!

Tutti i dettagli nella locandina:
11791988_1448440738815379_561585252906930352_o

Valmalenco: La Valmalenco e il Bernina hanno una nuova ambasciatrice:
 la famosa guida Gillian Price

La presentazione della guida “The Tour of the Bernina” rappresenta una potenziale spinta in favore del comparto escursionistico e alpinistico della Valmalenco. Nel giorno d’inaugurazione dello spazio “Valtellina Expone” di Milano, il Consorzio Turistico di Sondrio e Valmalenco è stato il primo protagonista della giornata, invitando l’autrice stessa a tenere a battesimo la sua ultima opera, ufficialmente in vendita sul mercato d’oltre Manica dallo scorso marzo.

Questa nuova guida specializzata lancia nel Regno Unito (e nel mondo) la Valmalenco quale passaggio naturale ed obbligato per chi voglia intraprendere un tour alpinistico del Bernina.

croppedimage701426-Tour-Bernina

croppedimage701426-Conferenza-The-tour-of-the-Bernina

Fonte: valtellinanews.it

Valtellina: Le miniere nella Valle: «Tra storia e tradizione per attirare i turisti»

Un’intera giornata dedicata a queste realtà. Previste iniziative e incontri in tutta la provincia. «Ma siamo noi i primi a dover conoscere il territorio».
Più restie a portare avanti discorsi comuni all’interno della propria dimensione valliva, più inclini alla collaborazione quando si tratta di gettare un ponte fra comunità valligiane distanti geograficamente, ma accomunate da un “denominatore” culturale forte rappresentato dall’estrazione e lavorazione della pietra ollare.
Il riferimento è alla Valmalenco, alla Valchiavenna e alla Bregaglia che, ieri mattina, si sono ritrovate sotto il “cappello” del Bim di Sondrio, in occasione della presentazione della “Giornata nazionale sulle miniere”, edizione numero 7, in programma il 29 e 30 maggio prossimi, e organizzata dall’Istituto superiore per la ricerca ambientale, Ispra, dall’Associazione italiana per il patrimonio archeologico industriale, dall’Associazione nazionale ingegneri minerari, dall’Associazione mineraria italiana per l’industria mineraria e petrolifera e dall’Associazione italiana di geologia e turismo.

le-miniere-nella-valle-tra-storia-e-tradizione-per-attirare-i-turisti_66b289d8-fa94-11e4-8b8e-f074887a2af0_998_397_big_story_detail

Fonte: laprovinciadisondrio.it